La Rua Catalana, concerto dell'Epifania al Morgana

- Cultura Spettacolo - Gli appuntamenti - Comunicato stampa

Torna live a Benevento dopo molti mesi la band sannita LA RUA Catalana e lo farà il giorno della Befana, Venerdi 6 Gennaio, al Morgana

"La Rua Catalana" - si legge nelle note di presentazione - è una piccola orchestra acustica formatasi nel 2009 dall’incontro di cinque musicisti beneventani : Leonardo De Stasio (voce e chitarre), Corrado Ciervo (violino, chitarre, piano, synth e cori), Marco Coviello (batteria, cajon, percussioni e didgeridoo), Vittorio Coviello (flauto traverso e cori), Carlo Ciervo (basso). Dopo numerose esibizioni in contest e festival, la Rua Catalana giunge nel 2011 alla pubblicazione del suo primo EP, omonimo, in cui emergono sonorità mediterranee miste a progressive napoletano. Dopo l’ottimo riscontro di questo progetto, nel 2012 prende vita un secondo EP, dal titolo “Something New”, che rappresenta un’inversione di tendenza nello stile del gruppo, che per l’occasione ha privilegiato una matrice più ‘british’. In quest’anno la Rua Catalana gira in tutto il Sud Italia, prendendo parte, tra gli altri, al Meeting del Mare, allo ZIF Festival e al Folkest Tour, dividendo il palco con artisti come C.S.I., Francesco di Bella, Luca ‘o Zulù, Giorgio Canali & Rossofuoco, Jovine, Brunori SAS, Iosonouncane, Verdena, Toys Orchestra. Due anni dopo, nel 2014, il gruppo riarrangia l’EP “Something New” con la collaborazione de l’AReCHI Quartet, quartetto d'archi tutto al femminile, e presenta questa nuova versione nei teatri. Nello stesso anno la Rua Catalana inizia la pre-produzione del suo primo album, dal titolo “Island Tales”, realizzato con la direzione artistica di Giuseppe Fontanella, chitarra dei 24 Grana, uscito nel novembre 2015 con l’etichetta Octopus Records e lanciato dai singoli "Escape! (Break!)" e "Gold and Silver Wings". La pre-produzione è stata realizzata durante un periodo di ritiro musicale, nel dismesso convento francescano di Zungoli (AV). Per i suoi rimandi alle sonorità progressive, la Rua Catalana è stata menzionata nel libro di Massimo Salari “Rock Progressivo Italiano (1980 – 2013) Arcana Editori”.