La Tromba e il Jazz con Giovanni Amato trio

- Cultura Spettacolo - Gli appuntamenti - Comunicato stampa

La Tromba ed il Jazz sono di scena ad AnimaSonora del PiperCafè con Giovanni Amato trio (Giovanni Amato, tromba; Dario Deidda, basso; Alessandro Castiglione, chitarra) giovedì 11 gennaio alle ore 21.

Il connubio di noti standard e brani originali, arrangiati e interpretati con un esplosivo senso del ritmo e dello swing, rende assai speciale - ricorda la nota diffusa alla stampa - il repertorio di questo trio esclusivo, ispirato da una concezione esigente ma sempre originale e generosa della musica. Dunque, un evento unico e un'occasione rara per vedere nuovamente insieme in azione tre autentici fuoriclasse del jazz, senza retorica un concerto e un repertorio imperdibili, per sondare la freschezza e la molteplicità delle piste musicali e culturali su cui viaggiano oggi composizione e libera improvvisazione.

*

Compositore di notevole spessore, ottimo arrangiatore, Giovanni Amato è un musicista dotato di uno swing eccezionale unito ad uno scorrevolissimo fraseggio boppistico. Il tocco morbido e potente, la musicalità versatile e spontanea sono le sue peculiarità. Giovanni Amato nasce a Nocera Inferiore in provincia di Salerno, dove inizia a suonare la tromba all'età di otto anni sotto la guida di suo padre, anch'egli musicista. E proprio ascoltando la sua collezione di dischi che presto si appassiona al jazz, e su questi incomincia ad improvvisarIntorno ai sedici anni entra a far parte di una jazz band importante quella del noto musicista napoletano Antonio Golino "Elbas Jazz Group" che si esibisce nei più noti club di Napoli. Intanto continua anche lo studio della musica classica, diplomandosi nell'89 al conservatorio di Salerno con il massimo dei voti. Dal 1990 inizia per Giovanni un'intensa attività concertistica che lo introduce nei grandi circuiti Italiani ed internazionali. Numerose le collaborazioni con musicisti quali: Danilo Perez, Lee Konitz, Gary Peacoc, Steve Grossman, George Garzone, Bill Hart, Jerry Bergonzi, Tom Harrell, Peter Eskine, Tony Scott, Mike Goodrich, Ronnie Cuber, Diane Schuur, Kirk Lightsey, Vincent Herring, Randy Brecker, Avishai Cohen, Kevin Mahogany, Richard Galliano, Bob Mover, Gene Jackson, Kenny Davis, Giovanni Tommaso, Roberto Gatto, Maurizio Gianmarco, Dado Moroni, Rita Marcotulli, Danilo Rea, Antonio Faraò, Francesco Cafiso. E’ il vincitore assoluto dell ‘ “Italian Jazz Awards 2009” (migliore artista jazz Italiano dell’anno). L’artista, con le sue formazioni, suona stabilmente nei principali jazz club, teatri e jazz festival del mondo.