Si presenta il libro di Marucci

- Cultura Spettacolo - Gli appuntamenti - Comunicato stampa

Scrivono gli organizzatori: Una nuova presentazione per il libro intitolato “Misteriosi Graffiti sull’Arco di Traiano”, scritto da Gerardo Marucci per le Edizioni Realtà Sannita. Lo studio, inedito e affascinante sulle innumerevoli incisioni di cui è dotato il monumento simbolo della città di Benevento, sarà occasione di incontro giovedì 6 settembre, con inizio alle ore 17.30, presso la Sala Consiliare del Comune di Baselice. Introdotti dai saluti di Domenico Canonico e don Michele Benizio, rispettivamente sindaco e parroco di Baselice, interverranno: don Franco Iampietro, vicario generale dell’Arcidiocesi di Benevento, e l’autore Gerardo Marucci. A coordinare il tavolo dei relatori sarà il giornalista e scrittore Mario Pedicini. L’autore Gerardo Marucci, attraverso l’analisi dei vari simboli incisi sulle superfici lapidee dell’Arco di Traiano, da lui scoperti in maniera del tutto casuale, conduce il lettore in un suggestivo viaggio a ritroso nel tempo, facendo, in particolare, rivivere il periodo medievale, quando l’Arco fungeva da importante porta di accesso della città. I “graffiti” rappresentano le prove concrete, visibili tutt’oggi, del passato di un’eterogenea moltitudine di persone appartenenti ad antichi feudi monastici oramai scomparsi, come il Feudo di Santa Maria del Gualdo in Mazzocca, e ad ordini religiosi e cavallereschi quali i Templari, i Gerosolimitani, i Teutonici, i Cavalieri dell’Ordine di Malta, ordini che offrivano protezione e conforto ai pellegrini i quali, in viaggio verso Gerusalemme, sostavano presso la città di Benevento, divenuta un importante snodo viario, prima di continuare il lungo viaggio verso la Terra Santa.
* * * * *
Gerardo Marucci nasce nel 1957 a Baselice, caratteristico paese della Val Fortore e vive da diversi anni a Benevento. Funzionario per le Tecnologie presso la Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per le province di Caserta e Benevento, è attualmente responsabile dell’Ufficio Archeologico di Benevento. Ha da sempre saputo coniugare l’attività professionale volta alla salvaguardia, tutela e valorizzazione dei Beni Culturali con la passione per la ricerca storica, in particolare per quella legata alla sua terra d’origine, facendosi promotore, tra l’altro, di progetti culturali finalizzati alla valorizzazione del patrimonio paleontologico, storico-artistico, archivistico, fotografico di Baselice e ponendo la sua attenzione e il suo entusiasmo soprattutto su piccoli particolari, tessere che, sapientemente collocate, ricompongono e svelano “mosaici” affascinanti.