S. Salvatore - Notte di luna e di solidarietà all’Abbazia

- Solidarietà - Gli appuntamenti - Comunicato stampa

Scrive Michele Palmieri per gli organizzatori: Notte di luna e di solidarietà all’Abbazia. L’obiettivo è quello di sostenere e far conoscere una realtà importante del nostro territorio: la Cooperativa sociale di comunità ICare. Notte di Luna è una serata di solidarietà con musica, live painting e cena a buffet, il organizzata - il 14 settembre a S. Salvatore Telesino - dall’Associazione Massimo Rao con la partecipazione della Pro Loco di San Salvatore Telesino. L’obiettivo è quello di sostenere e far conoscere una realtà importante del nostro territorio: la Cooperativa sociale di comunità ICare, costituita nel 2017 da un progetto del Vescovo della Diocesi di Cerreto Sannita – Telese – Sant’ Agata de’ Goti, Don Mimmo Battaglia. ICare è nata per prendersi cura di tutte le fragilità esistenti sul territorio trasformandole in una risorsa per la comunità e favorendo un processo di cambiamento che parta dal basso, dove maggiori sono i bisogni sociali. Al suo interno 35 ragazzi diversamente abili stanno imparanando l’arte della pasticceria in un laboratorio denominato “Dolcemente” e si preparano ad essere baristi o addetti di sala.

La Cooperativa accoglie anche 3 migranti in sperimentazione di terza accoglienza, 6 donne vittime di tratta nel laboratorio Ecolab, 60 studenti nel progetto di Agricoltura Sociale per il reintegro dei disabili e dei condannati a pene alternative al carcere, 20 volontarie presso la Casa delle Donne. Le strutture che accolgono i laboratori e che sono sede fissa dei migranti e delle donne vittime di tratta sono quelle di Casa Santa Rita a Cerreto Sannita e Villa Fiorita- Casa delle donne a Sant’Agata dei Goti, luoghi appartenenti alla Diocesi, rigenerati per ospitare le nuove realtà.

“Contribuire alla conoscenza di questa realtà così importante nata in Valle Telesina è doveroso per i benefici, in termini di umanità e socialità, che ne possono derivare a favore di tutto il territorio.” Queste le parole della presidente dell’Associazione Massimo Rao, Patrizia Bove, che, sostenuta da tutto il direttivo, ha voluto fortemente questo evento volto alla solidarietà. Il ricavato della serata infatti sarà devoluto alla Cooperativa ICAre per sostenere i tanti ed importanti progetti messi in campo.

Durante la cena-buffet il Gruppo “ I Cattivi Maestri”- Vintage- proporrà le canzoni dei grandi cantautori degli anni 70-80, da De André, a De Gregori, Dalla, Conte, Bennato ed altri, con l’esibizione in live-painting della pittrice Barbara Maraio. La preparazione della cena buffet sarà a cura della stessa Cooperativa ICare che avrà modo di far conoscere le abilità acquisite dai giovani operanti nelle cucine e nel laboratorio di pasticceria. Molti gli sponsor che hanno voluto dare un contributo e dimostrare la loro vicinanza all’Associazione Massimo Rao in questo evento dedicato alle buone pratiche della Cooperativa ICare: Silesia Eventi ha offerto l’allestimento con i tavoli, la Cooperativa La Guardiense ha donato la Falanghina ed il Quid, marchi di qualità della Città del Vino, il Centro DEM di Estetica e Chinesiologia di Amorosi ha voluto contribuire alle spese per l’evento insieme all’Azienda Agriges di San Salvatore Telesino e allo Studio Cardiologico del dott. Raucci Domenico di Amorosi.

“Tutti insieme, noi dell’Associazione Massimo Rao, la Pro Loco di San Salvatore Telesino e gli sponsor che hanno contribuito alla realizzazione della serata, vogliamo dimostrare la nostra gratitudine ad una realtà del territorio così importante – ha spiegato ancora Bove – come la Cooperativa sociale di Comunità ICare e lo facciamo attraverso questo evento dedicato. ICare realizza pienamente l’ideale di società che noi vogliamo: una società che sia accogliente, inclusiva e attenta alle fragilità. L’arte di Massimo Rao è il giusto riferimento per questi temi perché anch’essa è espressione della fragilità di un’Artista che, come i giovani della Cooperativa ICare, ha trasformato in valore e risorsa per la comunità il suo animo sensibile e la sua arte immaginifica”. Per informazioni: 330 911640