Fratelli d'Italia ed il futuro politico nel Sannio: si parte dalle Primarie

- Archivio

I circoli della provincia di Benevento di Fratelli d'Italia “si ritrovano intorno al loro leader Luca Ricciardi nel dopo voto per confrontarsi sui prossimi passi da fare. Un’analisi – si legge nella nota diffusa alla stampa - che parte dalla soddisfazione per il lusinghiero risultato elettorale raggiunto e per la preferenza accordata dalla comunità di riferimento, frutto di un rapporto saldo e sempre coerente con il territorio sannita. Risultati che confermano FdI AN quale seconda forza del centrodestra a Benevento superando la soglia del 5%.

Unanimemente viene espressa la forte volontà di continuare nell'opera di radicamento coagulando il consenso del centrodestra sannita. A tal fine viene posta l'attenzione sull'approfondimento delle tesi politiche, con la elaborazione di una piattaforma ideale e programmatica, anche alla luce degli argomenti non prorogabili sui quali prendere posizione sulla città e in provincia.

I circoli di Apice (9,46% alle ultime Europee), Faicchio (9,38%), San Bartolomeo in Galdo (9,36%), Pesco Sannita (6.9%), Bucciano (6,6%), Ponte (6.5%) e Benevento(5,2%) propongono un documento programmatico di base - 'Il Sannio, tra passato presente e futuro' - come traccia da portare in discussione nella prossima assemblea programmatica aperta.

Si ritiene, inoltre, di allargare questo documento quale contributo per una necessaria rifondazione del centrodestra. I circoli di FdI AN esprimono il proprio convincimento rispetto all’opzione delle primarie quale momento per la più larga partecipazione, elaborazione politica e selezione meritocratica della classe dirigente. Primarie di idee e di coalizione che diano credibilità e coerenza a un’idea precisa ed alternativa al centrosinistra sannita, per rifondare daccapo un centrodestra con tutti quelli che si sentono tali, a partire dai contenuti e dal metodo da mettere in campo. Percorso che FdI AN auspica sia possibile percorrere a partire dalle prossime provinciali, con sindaci ed amministratori in testa.

Sul piano organizzativo gli stessi circoli propongono di ritrovarsi su alcune scelte comuni e organizzative da tenere sul territorio provinciale. A tal punto vengono individuate delle aree di responsabilità: Carlo Iuliucci per la Valle Caudina, Fernando Fappiano per la Valle Telesina, Antonio Mesisca per il collegio del Medio Calore, Francesco Mongella per il Fortore, Vito Antonio Pedicini per la Valle Vitulanese. Inoltre Carlo Nardone viene indicato quale responsabile di Gioventù Nazionale Benevento, coadiuvato da Mauro Parente”.