Riverberi 2014, al via i concerti dislocati in provincia

- Archivio

Riverberi 2014, il jazz festival di Benevento nato da un’idea artistica di Luca Aquino, apre ufficialmente venerdì 1 agosto la sua sessione di concerti in provincia. Il primo appuntamento è in programma Pesco Sannita, alle ore 21.30 presso il suggestivo scenario di Largo Chiesa Madre, in collaborazione con la manifestazione “Pesco al Borgo”, con l’esibizione dell’energico crooner Larry Franco e del trombettista Mino Lacirignola che presenteranno il progetto “Swingtet”. Completano il quintetto il sassofonista Pino Pichierri, il contrabbassista Ilario De Marinis e il batterista Giampaolo Ascolese. I cinque - si legge nella nota diffusa alla stampa - rispolvereranno il repertorio di Fred Buscaglione, Bruno Martino e Nicola Arigliano, ovvero i pezzi dell’epoca d’oro dello swing e dei night clubs, senza trascurare un omaggio alle grandi orchestre jazz di Glenn Miller, Count Basie, Duke Ellington, Louis Prima e Perez Prado.

Il prossimo evento in provincia è il cartellone per venerdì prossimo 8 agosto a Pietrelcina: sarà proprio il deus ex machina di Riverberi Luca Aquino, alle 22, nell’ambito della rassegna “Jazz Sotto le Stelle”, a salire sul palco di piazzetta Pozzo con il suo ultimo progetto “aQustico”, accompagnato dal fisarmonicista Carmine Ioanna.

Si ricorda che gli eventi in provincia l’ingresso è libero e che non ci sarà bisogno di alcun titolo di partecipazione per accedere. Per ulteriori informazioni è possibile contattare il numero 3492497861.

***

LARRY FRANCO e MINO LACIRIGNOLA (Pesco Sannita “Pesco al Borgo”, venerdì 1 agosto ore 21.30): “Swingtet”

Biografia Larry Franco - Lorenzo Franco, in arte “Larry", voce e pianoforte, è uno dei migliori crooner italiani. Nel 1990 entra a far parte della Jazz Studio Orchestra di Bari come voce della Big Band. Poi suona a Bruxelles per la "Delegation Permanente de l'Italie au Conseil Atlantique”. Nel 1994 vive per circa un anno a Los Angeles dove perfeziona la tecnica vocale e svolge attività concertistica nei Jazz Clubs della West Coast. E' invitato a suonare per l' Istituto Italiano di Cultura di Los Angeles dove incontra il regista Michelangelo Antonioni e Sofia Loren in occasione dell'Oscar alla carriera avuto dal regista nel marzo 1995. Nel 1997 partecipa come voce dell' Italian Big Band di Marco Renzi alla trasmissione radiofonica "Stasera a Via Asiago" di Adriano Mazzoletti in ben 7 puntate (Rai Stereo Due). L’anno dopo Incontra Nicola Arigliano e suona stabilmente nel suo trio fino ad agosto dello stesso anno. Segie la tournèe con l'Italian Big Band negli Emirati Arabi, dove si esibisce al Teatro Nazionale di Abu Dhabi ed a Dubai. A maggio 1999 registra il primo album a suo nome "Nuttin' But Nat" dedicato a Nat King Cole, in cui suonano Franco Cerri, Fabrizio Bosso, Massimo Manzi, Guido Di Leone. Il cd viene presentato da Giuliano Fournier su RADIO SVIZZERA "RETE 1". Nel successivo cd "Dixinitaly" è interprete di un brano di Mario Pogliotti intitolato "Caro Natalino" scelto come sigla di testa di una trasmissione televisiva dedicata al grande Natalino Otto. Nell’estate 2000 al Festival Jazz di Verona si esibisce sullo stesso palco insieme a Natalie Cole ed Herbie Hancock. A Marzo 2002 ritorna in Turchia per la 9° edizione del Festival Jazz Europeo di Izmir e suona presso l' Università di Ankara e ad Istanbul nel Teatro dell'Istituto Italiano di Cultura e registra altri due cd: "Christmas Songs" e "Dixinitaly 2”. A febbraio 2003 il tour in India, suonando nel prestigioso Kala Ghoda Art Festival di Bombay (Mumbai) ed al Kamani Auditorium di New Delhi. A giugno il tour in Grecia a Patrasso, Atene (al teatro Megaro Mousikis) e a Salonicco (Mylos).

In estate partecipa ai Festival Jazz di Rimini, Terni e di Livorno. Il 2 luglio si reca negli Stati Uniti reinvitato dal Middlebury College nel Vermont per tenere un concerto nella prestigiosa Università Americana. Il 2 agosto rende omaggio a Natalino Otto nella sua città natìa, Cogoleto (Ge) accompagnato dall' Orchestra "The Nine Pennies". Nel dicembre 2003 registra a New York con Dado Moroni (p), Ira Coleman (cb) e Jimmy Cobb (dr). A Febbraio 2005 la partecipazione al "Dubai International Jazz Festival" con il suo quartetto (Scannapieco-Bassi-Lanzo). A Marzo un nuovo tour dedicato a Gorni Kramer e Natalino Otto con Franco Cerri. Ad Aprile partecipa all' Abu Dhabi International Jazz Festival con il suo settetto. A settembre suona a Ischia Jazz Festival (by Umbria Jazz). In Ottobre effettua un Tour in Australia partecipando al Manly International Jazz Festival di Sydney, al Kyneton Jazz Festival e all' Italian Jazz In Melbourne, proseguendo il tour con concerti a Hong Kong. A dicembre il nuovo CD “Import Export” per Philology in quartetto. A novembre 2007 due nuovi CD: Two In One (Piano Elegy), un disco di voce e pianoforte e “A Crooner In The Land Of Dixie” con la sua nuova band di Jazz Tradizionale : Larry Franco Jazz Society. A luglio 2008 vince L’ ITALIAN JAZZ AWARDS – Luca Flores come “BEST JAZZ SINGER 2008”. In uscita in autunno due nuovi CD: il tributo “live” a Nat King Cole “3 for Nat” e un disco “All Of Me” in trio più diversi solisti. A Ottobre 2009 presenta il progetto "Omaggio a Frank Sinatra" - "Dear Frank" con la nuova "Little Big Band”. A Novembre suona a Cuba (dal 20 al 25) per la XII° edizione della Settimana della Cultura Italiana all' Avana con il suo trio con il trombettista cubano Yasek Manzano. Successivamente il 27 novembre partecipa al prestigioso Jazz Festival Francese "Jazz En Nord" con un nuovo quintetto (Renato D'Aiello, Andrea Marcelli, Guido Di Leone e Ilario De Marinis). Prosegue il tour a Charleroi e Liegi in Belgio. A Dicembre tiene dei concerti a Londra con Renato D’Aiello. A Marzo 2010 effettua una tournèe in Siria (6 marzo Saint Elian Cultural Festival nella città di Homs) per conto dell'Istituto Italiano di Cultura di Damasco, poi dal 20 al 25 marzo una tournèe in Svezia effettuando 6 concerti tra cui il Festival Jazz di Vasteras presso la Vasteras Konsethaus. A fine Aprile a Siderno (RC), registra "live" il nuovo cd “Fahrenheit” (C’era una volta il Night), battezzato dalle note di copertina di Renzo Arbore con la nuova formazione "Larry Franco Swingtet". A Ottobre 2011 apre una scuola di Musica insieme a Enzo Lanzo, la High Music Academy a Taranto in cui oltre a ricoprire la carica di Direttore Artistico, insegna perfezionamento ed interpretazione nel canto jazz e moderno. Da Febbraio 2013 è docente della cattedra di "Canto Jazz" presso l'Istituto Superiore di Studi Musicali "G.Paisiello" di Taranto. Sempre a Febbraio realizza una nuova rassegna Jazz a Monopoli (Ba) in collaborazione con Canale 7 come seconda stagione concertistica seguendo il suo nuovo "format" Larry Franco Nights. Ad aprile il primo tour italiano con la polistrumentista Svedese Gunhild Carling e a giugno la partecipazione allo Stockamollan Jazz Festival in Svezia con il suo Nat King Cole Trio.

Collaborazioni - Renzo Arbore, Massimo Manzi, Fabrizio Bosso, Nicola Arigliano, Dado Moroni, Ira Coleman, Jimmy Cobb, Gary Smulyan, Bepi D'Amato, Michele Carrabba ed Enzo Lanzo, Franco D’Andrea, Dado Moroni, Renato Sellani, Nico Morelli, Antonello Vannucchi, Eddy Olivieri, Giorgio Cuscito, Andy Gravish, Guido Di Leone, Ilario De Marinis, Yasek Manzano, Renato D'Aiello, Andrea Marcelli, Gunhild Carling.

Biografia Mino Lacirignola - Nasce in Belgio nel 1957; inizia gli studi musicali Presso l'Académie Royale d'Ixelles a Bruxelles.Trasferitosi in Italia nel 1972 si diploma in Tromba al Conservatorio di Bari, si laurea in Filosofia, studia Composizione e inizia ad insegnare nella Scuola Media: prima Educazione Musicale poi Tromba nei Corsi ad Indirizzo Musicale. Nel 1979 entra a far parte dell'organico della JAZZ STUDIO ORCHESTRA di Paolo Lepore. Con la prestigiosa big band pugliese suona con alcuni fra i grandi del jazz. Nel 1988 la sua passione per il Jazz classico e tradizionale si concretizza con la costituzione della HILL SIDE JAZZ BAND. Dal 1999 con la DIXINITALY JAZZ BAND, formazione stilisticamente vicina al "New Orleans today", propone sia il repertorio dei classici del jazz tradizionale sia alcuni capolavori della canzone italiana (Trovajoli, Kramer,...) rivisitati in chiave dixieland e swing. Ha partecipato ad innumerevoli festival e concerti in Italia e nel mondo (Turchia, India, Gran Bretania, Svizzera, Grecia, Tunisia, Marocco, Emirati Arabi, Albania, Spagna, Etiopia, Montenegro, etc…). E’ stato ideatore e direttore artistico di "FASANO Jazz" e "Alle origini del Jazz" festival di Jazz Tradizionale di Castellana Grotte (Ba). Dal novembre 2005 è docente dei seguenti insegnamenti nell'ambito dei Corsi Accademici in JAZZ del Conservatorio di Bari: Laboratorio di Tromba Jazz (I° livello) e Metodi, repertorio e didattica dello strumento: Tromba Jazz (II° livello). E' docente nelle Jazz master class di Espartina - Sevilla (Spagna). Collabora con Enti pubblici e privati ad attività di formazione ed aggiornamento. E' ideatore e promotore dell'Orchestra Giovanile Interscolastica della Provincia di Brindisi.

Collaborazioni - Dizzy Gillespie, Chet Baker, Dusko Goykovic, Art Farmer, Lee Konitz, Joe Newman, Ernie Wilkins, Benny Bailey, Sal Nistico, Mark Murphy, Tony Scott e tanti altri.

Progetto - Se la passione è il primo e più prezioso ingrediente della "musica buona", come ha detto Renzo Arbore, allora il carismatico pianista e cantante italiano Larry Franco non è davvero secondo a nessuno. Franco e il sempreverde trombettista Lacirignola si presentano con un quintetto di eccellenti musicisti che suonano swing… allo stato puro. Vincitore di un Italian Jazz Award quale miglior cantante jazz nel 2008, l’eclettico e coinvolgente artista pugliese spazierà dalle vecchie canzoni italiane d’epoca, a classici del jazz tradizionale, allo swing, senza dimenticare spunti più moderni.