Comune di Benevento e lotta all'evasione dei tributi: tra scoperta dell'acqua calda e solito ritornello

- Politica Istituzioni IlVaglio.it

Ma come si fa a non avere una compiacente inclinazione per i buoni propositi? Eccoci qui a salutare il nuovo anno ‘fiscale’ del Comune di Benevento col cuore gonfio di gioia: tutto grazie a un “software contro l’evasione”, ha titolato Il Mattino del 7 gennaio. Attenzione: si tratterebbe di una… diavoleria informatica in grado di favorire l’incrocio di banche dati contenenti elementi così ‘sensibili’ da far emergere le differenze, in tema di IMU, fra quanto posseduto in termini immobiliari e quanto pagato.

La scoperta dell’acqua calda, insomma, considerando che tale (l’incrocio dei dati) è metodologia efficace alla base di accertamento e, magari, riscossione dei tributi locali evasi, elusi, pagati in maniera fraudolentemente ridotta. Una scoperta, osserva l’assessora Maria Carmela Serluca, a sua volta scoprendo l’acqua calda, la cui “finalità è doppia: scovare gli evasori per aumentare gli introiti tributari del Comune e fare in modo che tutti i cittadini paghino quanto dovuto”.

Ovvero la ‘mission’ di un ordinario Ufficio Tributi d’ente locale che, con altrettanta evidenza, non sarebbe stata perseguita fino in fondo stante l’assunto dell’assessora. La quale, per non lasciare orfani d'altri pregnanti concetti lettori, elettori e pagatori, ricorda pure che “le entrate dell’ente si basano quasi unicamente sulla riscossione dei tributi per poter sostenere le spese che l’ente deve rendere”.

Una realtà che forse nel passato (ed ormai i mastelliani governano da quasi quattro anni) deve essere sfuggita all’attenzione dei più se è vero, ed è vero, che ancora in questo avvio di 2020 Serluca ricorda come l’obiettivo sia quello di “incrementare il gettito, aumentare l’importo accertato andando a scovare gli evasori, coloro che non sono proprio censiti nella nostra banca dati”. In sostanza buttando lì – sul Mattino - la perla della vacuità dell’azione condotta finora e il suo rilancio grazie alla (ri)scoperta dell’arma di fine di mondo dello stanare ‘sti maledetti evasori. Un ritornello già ascoltato, di una gradevolezza per le orecchie del contribuente onesto che non stiamo qui a raccontare.
Il contrasto all'invasione fiscale potrebbe portare euro a milioni al Comune di Benevento che ne ha raccolto meno di duemila…
***
Per un po' d'esercizio mnemonico leggi sul Vaglio.it:
Il contrasto all'evasione fiscale potrebbe portare euro a milioni al Comune di Benevento che ne ha raccolto meno di duemila
Tantissimi beneventani continuano a non pagare la tassa sui rifiuti e gli amministratori ripetono la litania sull'evasione
Tributi evasi a Benevento: il facile enigma degli stessi propositi anno dopo anno inutilmente ripetuti
La riscossione dei tributi al Comune di Benevento va peggio, nonostante si pubblichi il contrario
Cambia la riscossione tributi a Benevento. Evasione fiscale? Nessuna novit
à
Le solite chiacchiere inutili sull'evasione fiscale al Comune di Benevento puntualmente ripetute
E basta!