Benevento - Nuove nubi si Corona, ma Di Dio e Paglia ne difendono la libertà

- Politica Istituzioni IlVaglio.it

Nella costante querelle fra il dipendente comunale Gabriele Corona, nella qualità di presidente dell'associazione Altrabenevento, e la sua amministrazione di riferimento, appunto l'ente locale, si insinua l'11 febbraio, secondo quanto riporta il sito di informazione Sannio Page, un nuovo provvedimento disciplinare nei confronti del dipendente riottoso e critico ("...comportamento assolutamente non conforme ai doveri d’ufficio che concretizza la fattispecie di 'manifestazioni ingiuriose nei confronti dell’Ente e dei suoi amministratori”', scrive il sito) A tal proposito scrivono i consiglieri comunali Italo Di Dio e Luca Paglia: "I Consiglieri comunali Italo Di Dio e Luca Paglia condannano fermamente la anomala presa di posizione oggi assunta nei confronti di Gabriele Corona. Lo stesso e' ad oggi solo "reo" di avere espresso in modo civile un'opinione su un'opera pubblica di grande impatto economico e sociale per la Città. La liberta' di opinione e' un valore sacro e costituzionalmente sancito e non va represso con provvedimenti sanzionatori, a maggior ragione se si considera che un Giudice del Tribunale di Benevento ha già reso una sentenza con la quale ha dichiarato illegittime ed immotivate le mansioni attribuite allo stesso Corona e ripristinato lo status quo ante. Il Giudice del Lavoro ha difatti dichiarato illegittimo il trasferimento del medesimo, disposto con provvedimento del 28 novembre 2016 e per l'effetto, ha disposto il reintegro di Corona al Settore Urbanistica - Sportello Unico dell'Edilizia. Oggi qualcuno dovrebbe chiedersi perche' per oltre tre anni e' stato sottratto al Comune il contributo lavorativo di Corona nel Settore Urbanistico invece di reiterare provvedimenti sanzionatori ad oltranza ! Ci auguriamo che questo clima di veleni e dispetti possa terminare quanto prima ed esprimiamo sostegno a Gabriele per il coraggio che ha dimostrato nel manifestare le proprie idee.