- 6 E sulle dimissioni del sindaco di Benevento chiesero lumi alla moglie

- Opinioni IlVaglio.it

La domenica (politica) del villaggio mediatico è tutta di Alessandrina Lonardo Mastella, cui l'occasione della cerimonia di chiusura di Sannio Falanghina con la sua ribalta affollata di personalità (su tutte il presidente Vincenzo De Luca) ha fornito lo spunto perché ella potesse fare il punto (anche) sulla crisi che sta opprimendo il sindaco consorte. Qualche battuta su Salvini, in avvio, è servita ad oliare telecamere, microfoni e taccuini con la storia della Lega contraria a che Mastella sia ancora candidato sindaco - ma la Lega manco c'era quattro anni fa nella corsa per palazzo Mosti, e comunque alle comunali la proposta politica passa non per il leader minimo ma per il territorio e le persone che esso esprime ed infine il voto non risponde agli automatismi di elezioni di più alto grado -. Poi le dichiarazioni si son fatte più tranchant. Si parte dalle prossime Regionali, con il Caldoro “candidato tiepido... Se Forza Italia vuole sostenere Caldoro non ci saremo né io né mio marito” (Ntr24). Sussurri chissà se percepiti da De Luca... Segue uno sguardo alla famiglia: “Mastella si è stancato, ha preso atto della situazione e si è dimesso. Ora, da sindaco responsabile, sta valutando le possibili opzioni... Lo scenario è cambiato e così anche le regole del gioco. E allora tutto è possibile e nessuno può meravigliarsi di nulla. Ciò che ieri si riteneva irrealizzabile adesso non lo è più” (Anteprima24). Inutile dire che si fa peccato se il pensiero va al possibile accordo col Pd …

Comunque, la combinazione delle due esternazioni richiamerebbe a questo punto un più ampio puzzle il cui disegno è prossimo ad essere svelato: “Da qui a pochi giorni la città sarà informata su quali saranno le sue (di Mastella, Ndr) decisioni” (Ntr 24). Parole che sarebbe stato più rispettoso non pronunciare e che, in tutta franchezza, evocano un solo scenario, per adesso: una comunità presa in 'ostaggio' il cui riscatto dipende da decisioni ed opzioni da esercitare dal singolo. Intanto, per rimanere in tema, siamo a -6 dallo showdown – cioè “resa dei conti”, ovviamente per la città.