Primo morto per coronavirus a Benevento. Ma l'ospedale San Pio non ne ha dato notizia

- Ambiente Sanità IlVaglio.it

Era di Solopaca il 56enne ricoverato all'ospedale San Pio di Benevento, positivo al Covid 19, morto stamattina. In cura da giorni, soffriva anche di altre malattie. In cura da giorni. E' un dipendente del Servizio del 118 di Benevento, ma non operava sulle ambulanze. Alle 11.59 il sindaco di Benevento sulla sua pagina facebook ha pubblicato il seguente post: "Il primo morto di Coronavirus a Benevento. In ospedale. È della provincia. E c’è chi scherza. Stare a casa". Alle 12.45 alle redazioni dei giornali è arrivato, proprio da quell'ospedale, il 'San Pio' di Benevento, il seguente comunicato ufficiale che snocciola alcuni dati, ma non fa alcun cenno al più importante, il primo paziente morto nel Sannio, a Benevento, per la pandemia da coronavirus. Di seguito il testo integrale: La situazione registrata nell’Azienda Ospedaliera al 20.03.2020 (è un errore materiale, evidentemente, l'ospedale non ha ancora doti profetiche, volevano scrivere 19 marzo 2020, NDR) è la seguente: i pazienti trattati come sospetti covid-19 sono 47, di cui positivi 9 (6 residenti nella provincia di Benevento, 2 nella provincia di Avellino e 1 nella provincia di Napoli.)

L’A.O.R.N., 'San Pio' in ossequio alle disposizioni regionali, sta implementando gli esistenti posti letto di rianimazione per covid-19, così come quelli di sub intensiva in Pneumologia e Malattie Infettive.

L’Azienda è in attesa di riscontro da parte dell’Unità di Crisi Covid-19 della Regione Campania alla richiesta di fornitura di n. 10 ventilatori e n. 6 respiratori e di un numero congruo di dispositivi di protezione individuale sia per gli operatori che per i pazienti. Parimenti, l’A.O., avendo provveduto all’acquisto di un analizzatore e dei necessari accessori per l’accertamento del covid-19, la cui consegna è prevista per venerdì 27 marzo c.a., ha formalizzato alla predetta Unità di Crisi regionale la richiesta di autorizzazione all'esecuzione dei test su tamponi per covid-19 a far data dal 30.03.2020. Si rappresenta che ad oggi sono state effettuate presso l'Azienda n. 313 donazioni di sangue. La Direzione ringrazia quanti, singoli ed associazioni, stanno manifestando la volontà di operare generosamente donazioni per l'emergenza in atto. La Direzione Strategica, impegnata costantemente nella delicata gestione dell'emergenza covid-19, comunicherà solo attraverso bollettino informativo". Beh, data l'omissione del decesso in questo comunicato, dovrà immediatamente provevdere a comunicare decisamente meglio.

La nostra esortazione, per fortuna, è andata a segno. Abbiamo pubblicato questo articolo sul Vaglio.it alle 12.48 e venti minuti dopo, alle 13,08 è giunta la mail del 'San Pio' con la necessaria, dovuta integrazione, con pure il tentativo di metterci una pezza. Recita l'ultimo comunicato: In aggiornamento al precedente bollettino, si comunica che, in concomitanza con l’invio della predetta comunicazione, è avvenuto il primo decesso di paziente positivo al covid-19, ricoverato presso la terapia intensiva del Reparto Covid-19 dell’A.O. San Pio". Singolare il concetto di "concomitanza" per il 'San Pio', molto largo: Mastella ha dato la notizia 46 minuti prima, scripta manent. Ma fa nulla, per stavolta: l'importante è che in Via Pacevecchia si siano corretti.