Via le coop, ma dentro un giornalista... e Sannio Europa spende 10080 euro

- Opinioni IlVaglio.it

Da Giovanni Picone riceviamo e pubblichiamo: Una svolta magnifica per la comunicazione della Provincia di Benevento. Una partecipata dell'amministrazione provinciale, la società Sannio Europa, in un periodo di piena emergenza sanitaria e lavorativa, dove il precariato e le difficoltà sociali aumentano in modo esponenziale, attraverso l'amministratore unico avv. Sauchella ha nominato un collaboratore esterno per la copertura dei servizi giornalistici, di Sannio Europa e dell'ente provinciale. Si legge nella determina n. 8 del 4/05/2020: “Sannio Europa ha in particolare la necessità della predetta figura professionale per l'espletamento dei servizi giornalistici anche tramite la creazione di profili social...”.

Intanto le modalità di selezione tramite una preselezione di short list, a mio giudizio sembrano non del tutto adeguate, dal momento che la short list è una trafila selettiva che non è paragonabile ad un classico concorso pubblico per titoli ed esami. In concomitanza di questa recente nomina, la società Sannio Europa ha deciso di mandare a casa venti lavoratori dei servizi di manutenzione e di custodia dei musei e delle biblioteche, rinunciando cosi a persone con una certa esperienza professionale acquisita. Il Presidente Di Maria assieme all'amministratore unico Sauchella devono spiegare a tutta la cittadinanza sannita, perché è cosi necessario che Sannio Europa spenda più di € 10.080,00, annui per per pagare un collaboratore esterno che curi dei semplici post sulla pagina Facebook dell'Ente Provincia. E' davvero indispensabile elargire soldi pubblici per questa tipologia d'incarichi e al contempo lasciare senza un lavoro venti persone che si occupano delle strutture della filiera museale della Provincia?”.