La classifica Censis delle Università italiane edizione 2020/21: Unisannio al penultimo posto fra i 'piccoli atenei'

- Scuole Università IlVaglio.it

“Anche quest’anno è disponibile la Classifica Censis delle Università italiane, giunta alla sua ventesima edizione: uno strumento che è stato creato per fornire orientamenti alle scelte di tutti gli studenti pronti a intraprendere la carriera universitaria. Si tratta di un’articolata analisi del sistema universitario italiano (atenei statali e non statali, divisi in categorie omogenee per dimensioni) basata sulla valutazione delle strutture disponibili, dei servizi erogati, del livello di internazionalizzazione, della capacità di comunicazione 2.0 e della occupabilità”: questa la presentazione sul sito ufficiale dell'istituto dello studio 2020 che, in chiave locale, saluta come saldamente penultima nel segmento dei piccoli atenei statali (fino cioè a 10000 iscritti, dove continua a primeggiare Camerino) l'Università degli Studi del Sannio.

Nessuna novità, insomma, rispetto a quanto elaborato dal Centro Studi Investimenti Sociali un anno fa (si precedeva l'Università del Molise, che conferma la maglia nera) dopo il piccolo passo in avanti del 2018 (allora l'ultimo posto), in attesa magari di un eventuale commento del neo insediato rettore Gerardo Canfora: in proposito, il suo predecessore De Rossi non fu affatto tenero nei confronti degli estensori ella classifica (leggi sul Vaglio).

Come sopra ricordato, la valutazione degli atenei – e nello specifico ricordiamo i punteggi di Unisannio - si “articola in sei famiglie di indicatori”, ovvero:

servizi (il numero di pasti erogati nell'anno solare 2018 in rapporto al totale degli iscritti all'anno accademico 2018/2019, nonché di posti e contributi alloggio all'1/11/2019 in rapporto agli iscritti resienti fuori regione sempre nel'anno accademico 2018/19): 73 punti;

borse e contributi (Spesa degli Atenei e degli Enti del Diritto allo Studio per interventi a favore degli studenti): 72 punti;

strutture (posti aula/posti nelle sale studio; posti nelle biblioteche; posti nei laboratori e nelle aule informatiche; percentuale di studenti che valutano adeguate le aule, i laboratori informatici, le biblioteche): 84 punti;

comunicazione e servizi digitali (Punteggio assegnato ai siti internet degli atenei sulla base della funzionalità e dei contenuti): 78 punti;

internazionalizzazione (iscritti stranieri; studenti che nell’ A.A.2018-19 hanno trascorso un periodo all’estero per studio o tirocinio; studenti stranieri che nell’ A.A.2018-19 hanno trascorso un periodo di studio presso l’ateneo; spesa degli atenei e degli Enti al Diritto allo Studio a favore della mobilità internazionale degli studenti; corsi di laurea erogati in lingua inglese nell’A.A 2018-19; corsi di studio a doppia laurea o titolo congiunto (double degree) nell’A.A 2018-19): 76 punti;

occupabilità (tasso di occupazione dei laureati nel 2019 - magistrali biennali e magistrali a ciclo unico - a un anno dal conseguimento del titolo in rapporto al totale laureati 2019 che hanno partecipato alla rilevazione): 73 punti.

Il risultato complessivo per Unisannio è 76 punti (un anno fa 76,2).