'Fra le spighe': i quadri di Luigi Fuschetto da vedere e non solo

- Cultura Spettacolo IlVaglio.it
Luigi Fuschetto
Luigi Fuschetto

A partire dal 31 luglio e fino al 23 agosto, Luigi Fuschetto terrà in sequenza, in tre comuni diversi, una mostra dei suoi dipinti dal titolo 'Fra le spighe'. In particolare dal 31 luglio l'esposizone sarà nell'ambito della rassegna presso il Castello Ducale di Bisaccia. Quindi sarà la volta di San Marco dei Cavoti, il paese di cui Fuschetto è originario e dove vive, che vedrà i suoi quadri dal 7 al 9 agosto. Terza tappa a Venticano, dal 18 al 23 agosto, nel Festival del cinema delle aree interne, rassegna organizzata dall’associazione Corto e a capo.

Fuschetto, 52enne - laureato in Economia e Commercio, settori nei quali, in vari campi, ha operato e opera - ha scoperto solo negli ultimi anni la sua inclinazione artistica, pittorica in particolare. La mostra 'Fra le spighe' è un percorso visivo e poetico: dieci tele commentate con i versi di Giovanni Pascoli, Elpidio Jenco e Giuseppe Consolaro.

"Il mio intento - ci ha detto l'artista - è quello di coinvolgere la vista ovviamente ma anche altri sensi; ogni quadro è accompagnato da componimenti che sono, essi stessi, immagini, suoni, colori, profumi. Vorrei insomma che non solo si vedesse il quadro ma anche, se possibile, farlo ascoltare".

Di seguito il testo di presentazione alla mostra: "Faccio pittura per amore del Presepe. Tutto nasce dall’ordinare pecore, pastori, asinelli, locande, capanne e dirupi. A quell’ordine vuoi dare più spazio e allora dipingi nuvole; cieli illuminati, bui, dolci, amari. Ti accorgi che il Presepe prende vita, e che la pittura ha il sopravvento su di te. La tela diventa un quaderno e, per chi è a corto di parole, dipingere diventa un modo semplice per esprimere pensieri più complessi. In questa raccolta ho preso in prestito i poemetti di Giovanni Pascoli (e non solo) per dar voce ai colori".