Benevento secondo a due punti dalla vetta. Imbattuto nel derby di Avellino con uno strameritato pareggio raggiunto a fine gara (1-1)

- Sport IlVaglio.it
Karamoko Cissè
Karamoko Cissè

La marcia irrefrenabile del treno Benevento non fa sosta nemmeno ad Avellino. Con un convincente secondo tempo i giallorossi di mister Baroni (oggi in tribuna perché squalificato) hanno acciuffato con Cissè un più che meritato pareggio nell'atteso derby contro i cugini irpini, andati in vantaggio nella prima frazione di gioco con Verde. Un risultato buono in sé, ma diventato ottimo per la contemporanea sconfitta delle due squadre che precedevano il Benevento in classifica nel campionato di Serie B. Il che vuol dire secondo posto per i giallorossi insieme a Spal e Frosinone a soli due punti dalla vetta (e non ci stanchiamo di ricordare che la squadra della Strega sconta anche un punto di penalizzazione, per irregolarità amministrative commesse nella scorsa stagione in Lega Pro).
***
Una gara a due facce con i sanniti non all'altezza della propria classifica e del proprio gioco nel primo tempo e irpini più tonici che con la grinta hanno saputo porre rimedio al notevole gap tecnico. Circostanza sancita dal gol di Verde a inizio gara che, lasciato indisturbato dalla difesa sannita, è sceso fino al limite dell'area da dove ha fatto partire un tiro imparabile che si è insaccato alla destra di Cragno.
L’Avellino già si era reso pericoloso al 2' con Ardemagni ma il suo tiro in rovesciata era finito a lato. Un minuto prima del gol, lo stesso Verde al 6' aveva costretto Cragno a una provvidenziale deviazione in angolo. I beneventani sono apparsi lenti e impacciati: da segnalare solo due tiri di Puscas e del subentrato Pezzi ben parati da Frattali.
L'intervallo ha fatto bene al Benevento che ha dominato la seconda frazione di gioco a cominciare da uno spunto di Ciciretti al 51'. Unica fiammata dei verdi irpini è stata un'azione che ha visto Ardemagni protagonista in area giallorossa, Camporese lo ha anticipato in extremis ma rischiando l'autogol: un'ottima smanacciata di Cragno lo ha evitato. Quindi l'assalto del Benevento: al 55' con Puskas, ma ha respinto Frattali; l'attaccante sannita ci ha riprovato al 63' ma il suo tiro è stato respinto. E' poi entrato Falco, e l'Avellino è finito schiacciato nella sua area. Falco subito ci ha provato con un tiro da fuori area: Frattali ha sventato la minaccia. Ma il gol del meritato pareggio era ormai maturo. Punizione per il Benevento poco fuori dell'area di rigore sulla sinistra di Frattali. Calcio pennellato di Ciciretti per la testa dell'appena entrato Cissè che ha insaccato, per l' 1-1 finale.

Il tabellino
Avellino - Frattali, Gonzalez, Jidayi, Djimsiti, Asmah; Verde (66′ Bidaoui), D’Angelo, Omeonga, Belloni; Ardemagni (56 Mokulu), Castaldo (73'). A disposizione: Radunovic, Offredi, Diallo, Crecco, D’Attilio, Camarà. Allenatore: Novellino.

Benevento - Cragno; Gyamfi, Camporese, Lucioni, Lopez (26′ Pezzi); 4 Del Pinto, 30 Buzzegoli (59' 20 Falco), Chibsah; Ciciretti, Puscas (78′ Cissè), Ceravolo. A disposizione: Gori, Venuti, Padella, De Falco, Pajac, Jakimovski. Allenatore: Cozzi (squalificato Baroni).

Arbitro: Riccardo Pinzani di Empoli.
Marcatori: 7′ Verde; 82′ Cissè.

Ammoniti: Verde e Frattali per comportamento non regolamentare; Camporese, Pezzi, Omeonga e Del Pinto per gioco falloso. Angoli: 6-3. Recupero: primo tempo 4′; secondo tempo 5′.

La giornata in serie B
Diciottesimo turno in serie B. Perdono le prime due in classifica: l'Hellas Verona per 1 a 0 nel derby del Menti col Vicenza, il Frosinone per la seconda volta in casa a opera della Salernitana: 1 a 3. Ne approfittano Spal, vittoriosa nella battaglia del Mazza per 2 a 1 con lo Spezia, e il Benevento che pareggia con ampio merito 1 a 1 una partita difficile ad Avellino rigenerato da Novellino: ora i sanniti di Baroni sono con i ferraresi secondi assieme al Frosinone.

Scala la classifica il Perugia, 1 a 0 alla Pro Vercelli, con il gol numero 900 dei grifoni nella Serie B. Perde invece contatto con i primissimi posti il Cittadella sconfitto 3 a 0 al Manuzzi dal Cesena e raggiunto al settimo posto dal Carpi che fa 1 a 1 con la Ternana. Vera e propria impresa del Latina che al 95' pareggia 2 a 2 in nove al Del Duca contro un Ascoli che conduceva 2 a 0. Pareggio per 2 a 2 fra Virtus Entella e Trapani con due gol nel tempo di recupero.

Riepilogando, il sito ufficiale della Lega www.legab.it ricorda i 24 gol complessivi, aspettando il posticipo fra Brescia e Novara, e una vittoria in trasferta in questa 18a giornata.

Le cronache:

Pisa-Bari 0-0. Un risultato che sostanzialmente non cambia la classifica delle due squadre, con i pugliesi noni a quota 24 e i toscani tredicesimi con 20 punti. Primo tempo senza gol all’Arena Garibaldi ma non sono mancate le emozioni. Dopo appena 7' Bari vicino al gol con un colpo di testa di Di Cesare su azione da calcio d’angolo e successiva deviazione di Daprelà di poco a lato. Intorno alla mezzora, invece, la migliore chance per il Pisa, con Cani che in area ma non riesce a calciare e Micai blocca. Sul capovolgimento di fronte clamorosa palla gol per il Bari con Ujkani che respinge il tiro di Maniero lanciato in contropiede. Sulla palla vagante Del Fabro anticipa Brienza pronto al tap in a porta vuota. In avvio di ripresa ancora la squadra di Gattuso ad un passo dal vantaggio con la clamorosa traversa colpita da Lores Varela tutto solo in area. Con il passare dei minuti la partita perde di intensità, l’ultimo sussulto nel finale con l’espulsione di capitan Valiani per un intervento in ritardo su Verna.

*

Ascoli-Latina 2-2. Sfida spettacolo al Del Duca tra Ascoli e Latina. Finisce 2-2 con un gol al 96', un rigore sbagliato e tre espulsi, fra gli ospiti. Succede tutto o quasi nel secondo tempo, a cui le squadre arrivano con i padroni di casa in vantaggio di un uomo per il rosso a Coppolaro per un fallo in area su Gatto. Cacia si presenta sul dischetto ma calcia alle stelle dagli 11 metri. Espulso nell'intervallo anche il tecnico dei nerazzurri, Vincenzo Vivarini. L'Ascoli trova il vantaggio al 50' con una pregevolezza di mancino di Orsolini. E c'è anche il raddoppio 5' dopo con Gatto, che chiude un'azione di alto livello dei marchigiani. Ma poi sale in cattedra Scaglia e la partita cambia inerzia. L'attaccante firma l'1-2 al 74' con una punizione al bacio e riagguanta la partita con un sinistro chirurgico al 96'. Il Latina chiude in nove uomini in virtù dell'espulsione di Rocca all'89'.

*

Carpi-Ternana 1-1. Carpi e Ternana non si fanno male. Al Cabassi finisce 1-1. Umbri in vantaggio allo scadere del primo tempo con Palumbo, che mette a sedere un avversario e fredda il portiere, un minuto dopo il palo colpito da Lasagna. Primi 45' giocati anche con rabbia: sono cinque gli ammoniti. Nella ripresa il ritmo della partita s'impenna e in avvio, al 51', Lollo serve in profondità Lasagna, che stavolta non sbaglia e trafigge Di Gennaro. Poi due espulsi per somma di cartellini gialli, uno per parte: prima saluta Lollo al 53', stessa sorte 7 minuti più tardi per l'autore del momentaneo vantaggio della Ternana, Palumbo. Il Carpi agguanta in classifica il Cittadella, mentre gli ospiti guadagnano un punto utile in vista della bagarre salvezza.

*

Cesena-Cittadella. 3-0 Il Cesena ritrova il sorriso e prova a scappare dalla zona playout, il Cittadella perde ancora ma è comunque dentro la corsa playoff. Al Manuzzi finisce 3-0. Dopo un primo tempo non proprio vibrante, nonostante un quasi gol di Djuric e una grande occasione di Litteri per gli ospiti, sale in cattedra la squadra di Andrea Camplone. Sblocca il risultato Ciano al 51': l'attaccante è lesto a soffiare palla a Martin e a battere il portiere. Non c'è pace per i veneti, che subiscono il 2-0 dopo 9': Garritano si accentra e con una botta mancina supera per la seconda volta Alfonso. Dopo un'altra serie di occasioni da una parte e dall'altra, ci pensa Djuric a chiudere la partita. Lo fa al 91' su assist di Panico. Insomma, davanti al proprio pubblico, il Cesena fa la voce grossa e batte il Cittadella 3-0.

*

Virtus Entella-Trapani 2-2. Entella e Trapani si dividono la posta al termine di un rocambolesco pareggio. Finisce 2-2 la sfida del 'Comunale', frutto di un infuocato finale. I siciliani, freschi di arrivo di Calori in panchina, sbloccano il risultato all'8' con un diagonale di Coronado servito da un assist di Citro. Nella ripresa, i liguri trovano il pareggio con Masucci, che ribatte in rete dopo la respinta di Guerrieri sulla conclusione non proprio irresistibile dello stesso attaccante (33'). Finale al cardiopalma: la Virtus Entella trova l'incornata di Pellizzer sugli sviluppi di un angolo (92'). Ma non è finita perché due minuti dopo, il Trapani all'ultimo, disperato assalto pareggia i conti con Citro che insacca sul traversone dal fondo di De Cenco. I siciliani restano fanalino di coda ma muovono la classifica salendo a 12 punti, la Virtus Entella raggiunge quota 26 ed entra in zona playoff all'ottavo posto.

*

Frosinone-Salernitana 1-3. Colpo della Salernitana a Frosinone. I campani espugnano lo stadio dei gialloazzurri (1-3) e incassano tre punti fondamentali per allontanarsi dalla zona playoff. La squadra di Marino manca la possibilità di salire in vetta, vista la sconfitta del Verona a Vicenza, e viene agganciata al secondo posto da Benevento e Spal. La Salernitana passa in vantaggio al 13' con l'incornata vincente di Rosina sul cross dalla trequarti di Vitale. Il pareggio dei padroni di casa è firmato Soddimo, direttamente dalla bandierina dell'angolo (23'). Nella ripresa, dominata dagli ospiti, si scatena Coda, che riporta il Frosinone in vantaggio concretizzando con una rete da urlo l'assist al bacio di Vitale (23') e poi chiude i giochi battendo Bardi dopo un'incomprensione tra Brighenti e Sammarco (39'). E' il primo successo esterno in campionato dei campani e il secondo ko casalingo per i ciociari.

*

Perugia-Pro Vercelli 1-0. Il Perugia interrompe la sequenza di pareggi e torna al successo. Gli umbri si impongono di misura (1-0) sulla Pro Vercelli e incassano tre punti preziosi in chiave playoff. Dopo un primo tempo divertente e ricco di occasioni da una parte e dall'altra, la squadra di Bucchi sblocca il risultato ad inizio ripresa con Guberti, che incorna alla perfezione sul traversone di Belmonte. Sfortunati poi i padroni di casa, che colpiscono addirittura due traverse: prima con Nicastro, sugli sviluppi di un corner, poi con Acampora fermato dal legno dopo aver superato Provedel in uscita. Troppo timida nel complesso la prestazione dei piemontesi di Longo che restano in zona pericolosa.

*

Spal-Spezia 2-1. La Spal prosegue la sua marcia playoff battendo lo Spezia. La sfida del 'Mazza' finisce 2-1 per i padroni di casa. Successo in rimonta per la formazione di Semplici, che dopo tre minuti si trova in svantaggio con il colpo di testa vincente di Piccolo. Un'altra incornata, stavolta firmata Mora che stacca alla perfezione sulla punizione di Beghetto, vale l'1-1 al 36'. Nella ripresa la Spal completa il sorpasso: Chichizola, decisivo nelle precedenti occasioni biancazzurre, respinge la conclusione di Zigoni ma niente può su sulla ribattuta di Antenucci (23'). I padroni di casa chiudono in dieci per l'espulsione di Gasparetto, ma il risultato non cambia più. La Spal, al sesto successo nelle ultime dieci gara, sale a 32 a braccetto con Benevento e Frosinone, a -2 dalla capolista Verona, Spezia fermo a quota 23.

*

Vicenza-Hellas Verona 1-0. Il Vicenza fa il colpo e stoppa la corsa dell'Hellas Verona. I biancorossi si aggiudicano il derby veneto battendo la capolista al 'Menti' e tornando al successo in casa dopo ben sette mesi. Al 'Menti' finisce 1-0 un match fortemente condizionato dalla nebbia e sospeso per qualche minuto nella ripresa per fumogeni. Dopo un primo tempo con poche occasioni ma combattuto, i padroni di casa vanno in vantaggio nella seconda frazione con un sinistro di Galano che non lascia scampo a Nicolas. Il Vicenza spreca la palla del raddoppio con Bellomo. La squadra di Pecchia resta a 34 punti e vede ridursi a 2 il vantaggio sulle inseguitrici, tre punti d'oro per gli uomini di Bisoli che lasciano il penultimo posto.

*

La classifica:

Hellas Verona 34; Benevento 32, Spal 32, Frosinone 32; Perugia 29 ;Cittadella 28, Carpi 28; Virtus Entella 26; Bari 24; Spezia 23; Novara 21, Ascoli 21, Brescia 21, Salernitana 21; Pisa 20, Ternana 20; Cesena 19, Latina 19; Pro Vercelli 18, Vicenza 18 ; Avellino 17; Trapani 12

*

Il prossimo turno:

16-12-2016, ore 20:30 - Trapani Vs Frosinone

17-12-2016, ore 15:00 - Bari Vs Avellino

17-12-2016, ore 15:00 - Cittadella Vs Pisalega

17-12-2016, ore 15:00 - Latina Vs Brescialega

17-12-2016, ore 15:00 - Novara Vs Cesena

17-12-2016, ore 15:00 - Pro Vercelli Vs Spa

17-12-2016, ore 15:00 - Salernitana Vs Carpi

17-12-2016, ore 15:00 - Spezia Vs Perugia

17-12-2016, ore 15:00 - Ternana Vs Vicenza

18-12-2016, ore 17:30 - Benevento Vs Ascoli

19-12-2016, ore 20:30 - Hellas Verona Vs Virtus Entella