La Finanza ha sequestrato 2 kg di polvere da sparo e 7000 botti

- Cronaca IlVaglio.it

Il Nucleo di Polizia Tributaria di Benevento dl Comando Provinciale della Guardia di Finanza ha effettuato nell’ambito dell’Operazione Regina, tuttora in corso, una serie di controlli nei confronti di coloro che in questo particolare periodo dell’anno si improvvisano venditori di materiale pirotecnico.

Fino a stamattina, i finanzieri diretti dal tenente colonnello Gennaro Pino, ai sensi degli artt. 46, 47, 55 del T.U.L.P.S. e 678, 679 del codice penale, hanno deferito alla locale Procura della Repubblica due persone in quanto detenevano - in Benevento, Montesarchio e Pannarano - fuochi d’artificio e/o materie esplodenti senza le prescritte autorizzazioni, in spregio alle più elementari norme di sicurezza.

Già sottoposti a sequestro convalidato dal magistrato, verranno avviati alla distruzione 2 chilogrammi di polvere da sparo e circa 7.000 artifizi (tra i quali circa 100 di IV categoria, tra i più pericolosi, per i quali è necessaria l’autorizzazione alla vendita ad opera del Prefetto e non del Comune, competente per i materiali esplodenti meno rischiosi).