Consorzio Agrario, chiusa la trattativa: licenziati a Natale nove dipendenti

- Economia Lavoro IlVaglio.it
Il Consorzio Agrario di Benevento
Il Consorzio Agrario di Benevento

La Segreteria Nazionale, la Segreteria Provinciale e la RSA dello Sinalcap (Sindacato Nazionale Lavoratori Consorzi Agrari) hanno diramato la seguente nota: Quanto si è riuscito a scongiurare nel mese di novembre 2015, il licenziamento di 9 unità lavorative, è purtroppo, nel silenzio e nel disinteresse generale, avvenuto a distanza di un anno, esattamente a Natale 2016, allorquando è terminato l’anno di cassa integrazione.

Parliamo dei lavoratori del Consorzio Agrario Provinciale di via XXV luglio a Benevento, azienda in liquidazione coatta amministrativa.

Evidentemente, secondo il Commissario che ne regge le sorti, Valentina Rettino, nominata dal Ministro dell’Agricoltura, all’epoca Nunzia De Girolamo, l’unica via per il risanamento è rivalersi sul personale.

A nulla sono valse le riunioni preventive e soprattutto le trattative sul tavolo sindacale ove l’ostruzionismo della dirigenza, della quale ricordiamo è parte strategica anche il direttore del Consorzio Agrario, Nicola De Girolamo, non ha creato alcun margine di colloquio per evitare i licenziamenti. Tant’è che alla proposta di proseguire con i “contratti di solidarietà”, sono stati posti dei ‘paletti’ che poco hanno a che vedere con i margini previsti dai sindacati.

Lascia pensare anche la composizione della griglia dei licenziati, peraltro in parte modificata rispetto a quella del 2015, in quanto ritenuta erronea dalla stessa Azienda, nella quale sono stati inseriti “chirurgicamente” tutti i responsabili sindacali interni al Consorzio.

La certezza è che appare fin troppo chiaro che nulla è stato fatto per riorganizzare seriamente l’azienda almeno per mantenere i livelli occupazionali, badando evidentemente a tutelare gli interessi di pochi rispetto a quelli di tutti.