Dopo il licenziamento di Mancini, al Comune di Benevento per il posto di dirigente amministrativo si riparte... tornando alla mobilità

- Politica Istituzioni IlVaglio.it

Poche, criptiche righe e la comunicazione che la vicenda "concorsi" al Comune di Benevento è ancora in itinere. E' quanto si desume da un avviso (prot. 1859 del 10/1/2017) pubblicato dal Dirigente del Settore Risorse Umane dell'ente, Vincenzo Catalano. Ricorda come, "con determina di settore n. 4 del 10/1/2017 (inutile specificare che non se ne trova traccia in giro per il sito ufficiale di palazzo Mosti, gettando un po' d'ombra sul fattore 'trasparenza' - Ndr) si è preso atto della sentenza del Tribunale di Benevento sezione Lavoro n. 1274 del 24.11.2016, esecutiva, e per l'effetto si è avviata la procedura per il rinnovo della valutazione, a mezzo colloquio, dei candidati ammessi alla procedura di mobilità volontaria per la copertura a tempo pieno e indeterminato di un posto di dirigente di area amministrativa, disposta con determina n. 251 del 14.11.2014".

L'interpretazione è comunque univoca: la ricordata procedura di mobilità volontaria per la copertura del posto a dirigente di area amministrativa - accoppiata allora a quella per dirigente di area tecnica (se portate a compimento, avrebbero precluso le altre soluzioni concorsuali, per titoli ed esami) -, si riapre.

Bandita nel 2014, appunto, e attraversata anch'essa dalle intemperie dell'indeterminatezza causa le dimissioni del presidente della commissione esaminatrice, giunse, dopo un rinvio 'tecnico' per tali accidenti, al decisivo colloquio per i tre candidati ammessi (uno con riserva) a marzo 2015 (furono due gli ammessi per l'area tecnica, invece).

Come sia andata a finire lo abbiamo ricordato anche sul Vaglio: "Severissime Commissioni al Comune di Benevento: inidonei tutti e 5 gli ammessi - per mobilità esterna - al 2 concorsi per dirigente" (http://ilvaglio.it/article/1099/severissime-commissioni-al-comune-di-benevento-inidonei-tutti-e-5-gli-ammessi-per-mobilita.html).

Tutto ciò si lega direttamente, come continua a ricordare l'avviso del Comune, anche all'altro concorso, quello appunto per titoli ed esami: infatti, "si è disposto, contestualmente, la sospensione degli effetti della graduatoria del concorso pubblico per titoli ed esami di un dirigente di area amministrativa, approvata con determina n. 435 del 23.12.2015, riservandosi sul punto ulteriori provvedimenti all'esito della procedura di mobilità" (perché questa, stavolta, potrebbe anche non dare adito a tutte bocciature).

La citata determina 435 riportò appunto la conclusione della procedura concorsuale pubblica e la conseguente "classifica" finale chiusa con un ex aequo al primo posto, ma che premiò, perché più giovane rispetto al contendente Giuseppe Marsicano, il candidato Angelo Mancini, già dirigente a tempo determinato per anni a palazzo Mosti sotto la sindacatura Pepe.

Come sia andata a finire in questo caso pure lo abbiamo ricordato qui sul Vaglio (http://ilvaglio.it/article/4163/il-sindaco-di-benevento-mastella-licenzia-il-dirigente-comunale-mancini-per-anni-una-delle.html): accidenti giudiziari intervenuti a giugno 2016 hanno condotto il nuovo sindaco, Mastella, alla decisione di interrompere (a settembre) il rapporto di lavoro con il dirigente vincitore di un concorso che, sia sotto il versante 'mobilità' che quello per 'esami', finora è approdato al nulla.

Fino alla sostanziale riapertura di questo gennaio 2017, e la ripartenza dalla 'mobilità'.