Il Benevento in casa è un rullo compressore: 2-1 al Latina. Quarto posto in classifica a 4 punti dalla capolista. Ricordato Capitan Imbriani

- Sport IlVaglio.it
La Curva ha ricordato Carmelo Imbriani
La Curva ha ricordato Carmelo Imbriani

A quasi 4 anni dalla scomparsa (15 febbraio 213), Benevento - Latina è cominciata con un sentito ricordo di Carmelo Imbriani, di tutto lo stadio e in primis della Curva che ha esposto uno striscione a lui dedicato e srotolato un enorme telo con la immagine del Capitano, Ieri, 10 febbraio, avrebbe compiuto il suo 41° compleanno.
La gara è stata meritatamente vinta dal Benevento che ha avuto, a voler essere pignoli, due soli limiti: 1) aver iniziato a giocare come sa solo al 20°, dopo essere passato in svantaggio per un calcio di punizione di Corvia, ben tirato, ma sul cui esito non poche responsabilità sono state del portiere giallorosso; 2) non aver chiuso prima la gara (benché abbia giocato tutto secondo tempo con l'uomo in più, per l'espulsione del laziale Di Matteo avvenuta al 45°) lasciandola aperta sul 2-1 fino all'ultimo istante.
Ma quanto visto in campo e i numeri (tiri, palle gol, corner e possesso palla) non lasciano adito a dubbi, i giallorossi hanno avuto le sempre in mano le redini e sono andati sotto in occasione dell'unico tiro in porta, nel primo tempo, dei nerazzurri (oggi in completa tenuta bianca) nel descritto calcio di punizione appena fuori area (fischiato peraltro per un fallo di Camporese su Buonaiuto più che dubbio).
I giallorossi hanno approcciato la gara senza la dovuta grinta e facendo girare lentamente la palla. Subito il gol, è poi scattata la scintilla e le occasioni da gol si sono moltiplicate, alcune fallite per precipitazione, altre per imprecisione, un per mera sfortuna: un bellissimo tiro a giro di Ciciretti che, superato il portiere del Latina proteso in invano in volo, è stato ribattuto dal palo. Il gol del pareggio l'ha realizzato l'esterno basso Pezzi sugli sviluppi di un calcio d'angolo al 41°, con una sassata da poco fuori area e con il sinistro che non è il suo piede preferito. Un gol da incorniciare come tutta la sua prestazione odierna: Pezzi e Ciciretti sono stati i migliori in campo.
La perla della giornata però è stato il gol di Amato Ciciretti, al 61°. Ha prima fatto un irresistibile percussione in area benché braccato da tre nerazzurri, ha quindi crossato al centro da fondo campo, ma i difensori hanno respinto la palla che gli è ritornata: da posizione impossibile, dalla linea di fondo con il suo educatissimo sinistro, è riuscito far gol, mandando in delirio i supporter beneventani.
Il Benevento è ora quarto in classifica, dietro Spal e Verona Hellas e a 4 punti dalla capolista Frosinone: 3 punti sul campo (il quarto è dovuto al punto di penalizzazione con cui quest'anno la terribile matricola ha iniziato il suo primo campionato in B, penalità patita per irregolarità amministrative compiute nello scorso campionato in Lega Pro).
La cronaca
Il Benevento parte bene e dopo 2 minuti ha calciato due calci d'angolo. Il primo corner il Latina lo batte al 7°. Al 13° Falco lancia in area Cervaolo che supera anche il portiere in uscita ma si decentra, la palla finisce a Ciciretti che da difficile posizione tira, ma fuori. Nel minuto successivo Di Matteo becca il primo giallo per un brutto fallo su Ciciretti. Al 20° il descritto gol di Corvia: Cragno non impeccabile forse viene ingannato dai tre giocatori laziali postisi al fianco della barriera giallorossa che però poco prima del tiro si sono spostati. I circa duecento tifosi nerazzurri giunti nel Sannio esultato sugli spalti della Curva riservata agli ospiti.
Si sveglia il Benevento: al 24° Pezzi smarca sull'out sinistro Pajac che crossa bene per Ceravolo il qaule batte da buona posizione verso la rete ma la palla va fuori. Un minuto dopo nuovo cross di Pajac per Ceravolo che non può tirare perché contrastato da un difensore avversario (inutile il reclamo del calcio di rigore) palla a Ciciretti che tira debolmente, Pinsoglio para senza problemi.
Al 26° Venuti serve Ceravolo che prova in semirovesciata il portiere para. Al 28° il meraviglioso tiro di Ciciretti respinto dal palo al termine di una bellissima e corale azione d'attacco del Benevento. Camporese si becca al 30° un'ammonizione, nel suo intervento in anticipo su Buonaiuto l'arbitro vede un eccesso e quindi pericolosità, benché colpisca solo il pallone. Nei minuti seguenti si susseguono azioni pericolose in area laziale.
Al 41° il descritto pareggio di Pezzi. Al 43° Chibsah taglia in due la metà campo del Latina, entra in area passa la palla a Ceravolo che però non riesce a raggiungerla. Al 45° l'altro episodio chiave. Di Matteo compie un fallaccio su Venuti, colpendolo in ritardo sul tackle: inevitabili il secondo giallo e la conseguente espulsione.
Nella ripresa al 46° ammonito Brosco per fallo su Ceravolo in ripartenza. Al esce 51° Nica ed entra Briscagin. Al 52° ottima percussione di Venuti che serve al limite dell'area Falco il cui tiro però viene de deviato in angolo. Al 57° Lopez entra al posto di Pajac tra i sanniti. Al 61° il gol da incorniciare di Ciciretti sopra descritto.
Il Benevento rallenta e il Latina comincia a rialzare la testa. Al 64° Corvia ruba palla a Venuti e al linite dà la palla a Buonaiuto che conclude a lato. Al 65° Chibsah fa un'altra delle sue percussioni e stavolta tira, Pinsoglio para con un plastico tuffo alla sua sinistra. Uscita sconsiderata di Cragno al 67°, fortunatamente poi recupera il pallone.
Al 69° per il Latina, Rolando rileva Buonaiuto. Per i giallorossi al 70° Del Pinto prende il posto di Viola, al 71° ammonito Falco per un gesto di reazione, dopo aver subito un pestone. Al 78° e al 79° Lopez per due volte si vede negato il gol, prima di piede e poi di testa, da due belle parate di Pinsoglio (il migliore dei suoi).
Entra Mariga per De Vitis all'82°. Un minuto dopo, Gyamfi prende il posto di Falco. Ammonito Falco all'83°. All'85° bell'azione di Venuti che serve Lopez che passa a Ceravolo: il tiro del centravanti del Benevento va fuori. All'89° ammonito Corvia per fallo su Del Pinto. Nel finale, cinque i minuti di recupero, un po' di apprensione per due calci d'angolo battuti dal Latina, la diesa sannita prevale.
Il tabellino
Benevento: Cragno, Pezzi, Camporese, Lucioni, Venuti, Chibsah, Viola (70° Del Pinto) Ciciretti, Falco (39’st Gyamfi), Pajac (12’st Lopez), Ceravolo. A disposizione: Gori, Melara, Bagadur, Brignola, Buzzegoli, Matera. Allenatore: Cozzi.

Latina: Pinsoglio, Coppolaro, Dellafiore, Nica (51° Bruscagin). Brosco, Bandinelli, Di Matteo, De Vitis (82° Mariga), Insigne, Buonaiuto (69° Rolando), Corvia, A disposizione: Grandi, Rocca, Regolanti, De Giorgio, Maciucca, Negro. Allenatore: Vivarini

Arbitro: Pezzuto di Lecce.