Il Benevento espugna anche Vercelli e per qualche ora si gode il secondo posto assoluto: il sogno della truppa di Baroni continua alla grande

- Sport IlVaglio.it
Fabio Ceravolo
Fabio Ceravolo

La classifica alla 26ma giornata del Campionato di Serie B recita: 1)° Frosinone a 47 punti; 2°) Benevento a 46, 3° Verona a 45. E questo con il punto di penalizzazione rimediato l'anno passato dai giallorossi in Lega Pro, altrimenti sarebbe stato primato. E' vero che Frosinone e Verona (due squadre appena retrocesse dalla Serie A) giocheranno domani e dopodomani, ma le cifre comunque sanciscono che i sanniti stanno disputando la loro prima stagione tra i cadetti, al di là ogni più bel sogno. E ora nessuno tra il Sabato e il Calore vuol essere svegliato...

Vittoria meritata, tutto sommato, perché come si evince dalla cronaca, nella prima frazione di gioco ha giocato meglio la Pro Vercelli che in tre occasioni si è resa anche pericolosa, pur senza mai impegnare Cragno.

Nella ripresa il Benevento si è ricordato di come sa giocare e ha costruito vere e varie palle gol, non concretizzate per salvataggi sulla linea, rigori clamorosamente negati e imprecisione. Qualche azione pericolosa l'hanno imbastita anche i piemontesi, ma il portiere sannita non è andato oltre l'ordinaria amministrazione, se non per un'azione di rimessa in cui ha sbrogliato fuori area... di testa!

Elemento cardine del risveglio giallorosso, l'entrata in campo di Ceravolo (al 41° al posto di Pajac), vero mattatore della gara e autore del gol. Ha trasformato all'87° un calcio di rigore che si era cinquistatom con un ottimo spunto personale, Cissè, anche lui migliorato con l'ingresso di Ceravolo. Ma è stata tutta la squadra a ritornare con piglio diverso in campo nella ripresa. I migliori per i bianchi senz'altro Aramu, Berra, Mammarella e Providel, per i giallorossi Ceravolo e poi Ciciretti, Falco, Venuti e anche Cissè non solo per il rigore procuratosi. E ora dall'alto della classifica si andrà a giocare (senza capitan Lucioni che sarà squalificato) l'attesa gara con il Bari (a quarant'anni dalla famigerata partita funestata dagli incidenti provocati dai pugliesi). All'andata i giallorossi umiliarono gli avversari rifilandogli un sonoro 0-4: stavolta si giocherà al "Ciro Vigorito", in anticipo, venerdì 24 febbraio alle 21.

Nota a margine - Ha lasciato sbigottiti non poco la telecronaca di Sky, nella valutazione complessiva della gara e dei singoli episodi: il capo degli ultrà vercellesi, forse, sarebeb stato più obiettivo...
La cronaca
10° - Primo calcio d'angolo della gara in favore della Pro Vercelli
14° - Dal secondo calcio d'angolo per i piemontesi, una palla vagante viene raccolta poco dentro l'area da Vives che tira forte ma alto.
16° - Cross di Mammarella, deviato, raccoglie Berra in area ma tira alto e a lato.
17° - Pericoloso tiro da fuori area di Emmanuello di poco a lato.
23° - Primo tiro in porta del Benevento su calcio di punizione calciato da 35 metri da Ciciretti, para il portiere dei bianchi con facilità.
24° - Bel tiro di Vives dai 25 metri la palla esce di poco a lato dalla porta.
25° - Ammonito Lucioni: diffidato, salterà Benevento - Bari.
30° - Prima azione del Benevento degna di nota, palla a Pezzi che da fuori area serve in area l'accorrente Ciciretti, ma il pallone è troppo alto e si perde a fondo campo.
35° Da un'iniziativa personale di Falco, scaturisce il primo calcio d'angolo per i giallorossi, senza esito significativo.
41° - Per infortunio, esce Pajac ed entra Ceravolo.
49° - venuti lancia in area Ceravolo che, pressato, tira alto.
52° - Azione spettacolare dei sanniti. La palla da Lucioni va a Pezzi che la smista a Falco che di prima intenzione lancia Ceravolo in area che tira non in maniera precisa, la palla sta per uscire, Ciciretti la raccoglie decentrato e cerca di bissare il gol della settimana scorsa al Latina, ma stavolta, mentre il pallone sta per entrare in rete, viene fermato dal centrale piemontese Bani che lo rinvia, il successivo tiro dal limite di Venuti va fuori.
55° - Emmanuello profitta di un rimpallo favorevole in un tackle con Venuti, si proietta in avanti e dal limite dell'area tira con forza: Cragno para in due tempi.
61° - Evidente calcio di rigore negato al Benevento. Bellissimo passaggio di Ciciretti a Falco che cerca il pallonetto che non riesce, Ceravolo si avventa sul pallone, per battere nella rete sguarnita, ma viene steso da Legati. Incredibilmente l'arbitro non decreta la massima punizione e l'espulsione del difensore.
62° - Per i bianchi, entra Kanate al posto di Luperto.
63° - Bel cross di Ceravolo per Ciciretti che non arriva in tempo per appoggiare in rete.
65° - L'esterno dei piemontesi, Aramu, fa partire un bel tiro a rientrare dal limite dell'area che si perde di poco a lato.
66° - Ammonito Mammarella per fallo reiterato su Chibsah.
71° - Aramu su libera di Venuti sull'out sinistro d'attacco e crossa pericolosamente, ma Morra non riesce ad appoggiare in porta.
73° - Esce Vives ed entra Castiglia per la Pro Vercelli.
79° - Vajushi prende il posto di Aramu per i bianchi.
82° - Mentre si accende una mischia furibonda in area piemontese, sul rinvio alla disperata di un difensore, scatta Morra verso la porta giallorossa, rimedia di testa in fallo laterale un attentissimo Cragno.
84° - Doppia sostituzione per il Benevento, Gyamfi prende il posto di Venuti e Lopez quello di Pezzi.
85° - Chibsah se ne va, attraversa il campo e serve Ceravolo che viene contrato dai difensori, palla rimpallata che ritorna a Ceravolo: mentre sta per battere a rete una provvidenziale uscita tra i piedi di Provedel, ancora una volta, salva i bianchi.
87° - Calcio di rigore per il Benevento. Cissè palla al piede s'avventa in area ma viene steso da Berra che va diretto sull'uomo ignorando il pallone. Batte Ceravolo e segna il gol del meritato vantaggio.
92° - Cross pericoloso di Mammarella, impatta di testa Castiglia ma la palla va fuori.
94° - Cissè supera due avversari e lascia partire una bordata alla quale Provedel rimedia con bel tuffo e deviando in angolo.

Il tabellino

Pro Vercelli - Provedel, Legati, Bani, Luperto (62° Kanate), Berra, Vives (73° Castiglia) , Palazzi, Mammarella, Aramu (79° Vajushi), Emmanuello, Morra. Allenatore: Longo.
Benevento - Cragno, Venuti (84° Gyamfi), Camporese, Lucioni, Pezzi (84° Lopez), Del Pinto, Chibsah, Ciciretti, Falco, Pajac (41° Ceravolo), Cissè. Allenatore: Baroni.
Arbitro: Pasqua di Tivoli.