Serie B, il quadro: il Frosinone vince il big-match col Verona; la Spal tallona

- Sport IlVaglio.it

Il Frosinone vince 1 a 0 il big match della sesta di ritorno e prova la fuga. A resistere soltanto la Spal che con il 2 a 0 al Mazza sul Perugia scavalca in un colpo solo Benevento ed Hellas Verona e si piazza al secondo posto. In zona play off ritorna la Virtus Entella grazie al 2 a 0 sul Carpi, mentre si avvicinano il Novara, 2 a 1 sullo Spezia, e l'Avellino, 3 a 1 sul Vicenza. In coda importanti vittorie del Pisa, 4 a 2 ad Ascoli, della Pro Vercelli, 2 a 1 a Cesena, del Latina, 1 a 0 a Terni e infine del Trapani che abbandona l'ultimo posto dopo l'1 a 0 sulla Salernitana. 35 gol segnati - ricordano i dati resi noti sul sito ufficiale della Lega (www.legab.it) che sanciscono il record stagionale: superata la 20a giornata quando i gol furono 34.

***

FROSINONE-HELLAS VERONA 1-0

Il Frosinone si aggiudica il big match della 27/a giornata della Serie B ConTe.it contro il Verona e prosegue la marcia promozione. La squadra di Marino si impone di misura (1-0) sui gialloblù di Pecchia al 'Matusa' e sale a 51 punti, restando a +2 sulla Spal e staccando di cinque lunghezze Benevento ed Hellas. E' Daniel Ciofani a decidere la sfida, trasformando al 15' il rigore concesso per intervento falloso di Romulo ai danni di Maiello. Vantaggio giusto per i padroni di casa, più intraprendenti e pericolosi con Dionisi e ancora con Ciofani. Nella ripresa, ancora Dionisi sfiora la rete mentre per l'Hellas chance con Zucilini e Bessa. Il Verona si arrende e incassa la seconda sconfitta nelle ultime tre gare.

TRAPANI-SALERNITANA 1-0

Successo prezioso in chiave salvezza per il Trapani. I siciliani proseguono la striscia positiva, arrivando al settimo risultato utile consecutivo, superando la Salernitana (1-0). Decisiva al 'Provinciale' la rete di testa di Maracchi sugli sviluppi di un corner al 40' del primo tempo. Successo meritato per la formazione di Calori, che torna alla vittoria dopo tre pareggi e lascia l'ultimo posto alla Ternana, raggiungendo quota 24. Poco convinta la Salernitana che resta a 34 punti.

ASCOLI-PISA 2-4

Prima vittoria esterna stagionale per il Pisa che passa 4-2 al 'De Luca' contro l'Ascoli centrando il sesto risultato utile consecutivo ed uscendo dalla zona playout. Si ferma a undici partite invece la striscia d'imbattibilità dei marchigiani, che restano fermi a quota 34. Sono proprio i padroni di casa a sbloccare il risultato in avvio con Favilli, che dopo aver scambiato con Cacia batte Ujkani con il piatto destro. Al 26' i toscani pareggiano i conti con un tocco da due passi di Masucci sugli sviluppi della punizione battuta da Angiulli. Dieci minuti dopo l'undici di Gattuso ribalta la partita portandosi avanti con un eurogol di Mannini, che pesca il jolly da fuori area battendo Lanni. Gli ospiti insistono e al 43' calano il tris con la doppietta personale di Masucci, che in girata sigla il 3-1. Nella ripresa l'Ascoli torna subito in partita accorciando le distanze con un tapin di Cacia, ma al 19' il Pisa chiude definitivamente la partita: botta da fuori di Angiulli deviata e Lanni beffato per il 4-2 finale.

TERNANA-LATINA 0-1

Il Latina sbanca Terni e si rimette in corsa, gli umbri confermano il momento nero e scivolano all'ultimo posto. I pontini di Vivarini spezzano la serie di sconfitte, otto nelle ultime nove gare, e si aggiudicano lo scontro salvezza (0-1). La formazione di Gautieri incassa il quarto ko consecutivo. Decide il match De Vitis, che di testa da distanza ravvicinata batte Aresti al 23'. Nella ripresa i rossoverdi spingono maggiormente alla ricerca del pareggio e nel recupero è pericolosissima per due volte con Avenatti: Pinsoglio prima e la traversa dopo salvano il Latina.

AVELLINO-VICENZA 3-1

L'Avellino non si ferma più. Gli irpini battono 3-1 un Vicenza sempre più in crisi e centrano la terza vittoria consecutiva, salendo a quota 35 punti, a tre sole lunghezze dalla zona playoff. I veneti invece restano fermi al terzultimo posto a 28, scavalcati da Pro Vercelli e Latina. I padroni di casa sbloccano il risultato poco prima della mezz'ora: Ardemagni protegge bene palla e scarica per Lasik, il cui velo favorisce D'Angelo che non ci pensa due volte e supera Benussi con un tiro sotto la traversa. Dieci minuti dopo l'esterno sinistro dell'Avellino firma il raddoppio: Verde mette dentro per D'Angelo che da distanza ravvicinata sigla il 2-0. In avvio ripresa l'Avellino mette in ghiaccio la partita. Ardemagni al 3' cala il tris su invito di Paghera approfittando della palla persa da Doumbia. Serve solo per le statistiche la rete del 3-1 messa a segno da Bellomo al 20' con un rasoterra chirurgico.

SPAL-PERUGIA 2-0

La Spal regola il Perugia e tiene il passo del Frosinone capolista. Gli estensi si impongono 2-0 al 'Mazza' e sorpassano Benevento ed Hellas Verona, piazzandosi al secondo posto in classifica a -3 dai ciociari. Una rete per tempo per la squadra di Semplici. Ad aprire le marcature, al 38', è Floccari con un gran spunto che culmina con un potente sinistro da fuori area. In pieno recupero arriva il gol del raddoppio e della sicurezza: a firmarlo è Schiattarella, che devia in rete il traversone basso di Da Costa. Il successo spinge la Spal a quota 48, gli umbri di Bucchi restano fermi a 39 punti ma mantengono il sesto posto.

CESENA-PRO VERCELLI 1-2

Prima vittoria del 2017 per la Pro Vercelli che si aggiudica lo scontro diretto in casa del Cesena (2-1) e manda un segnale importante nella lotta per la salvezza, agganciando il Vicenza a 28 punti e restando in scia del Latina. Brutta battuta d'arresto invece per i romagnoli, fermi a 29 e al primo stop dopo tre risultati utili consecutivi. Avvio vibrante con Bianchi che al 18' sblocca il risultato con una zampata vincente che sorprende Agliardi, colpevole nell'occasione. Immediata la replica dei padroni di casa che pareggiano nei due giri di lancette successivi grazie al colpo di testa di Rigione. Nella ripresa il Cesena ha l'occasione più ghiotta per portarsi avanti al 31' con Cocco, ma Provedel si supera salvando i piemontesi. Nel finale la Pro trova il colpo da tre punti. Emmanuello al 37' su una punizione a due trafigge Agliardi e segna il gol vittoria.

VIRTUS ENTELLA-CARPI 2-0

Non si arresta la crisi del Carpi che cade 2-0 a Chiavari contro l'Entella rimediando la quarta sconfitta nelle ultime cinque partite. Con questo successo i liguri scavalcano in classifica proprio gli emiliani e si portano in zona playoff. Nel primo tempo l'undici di Castori sfiora due volte il vantaggio in avvio con Lasagna e Letizia. Dall'altra parte Belec è provvidenziale sul tentativo di Tremolada. Nella ripresa l'Entella piazza l'affondo decisivo. Caputo al 13' punisce il Carpi con un tiro in corsa su assist di Moscati che supera Belec. La reazione degli emiliani non si vede ed è così la squadra di casa a raddoppiare al 27' con una mezza rovesciata di Catellani che di fatto chiude la partita.

NOVARA-SPEZIA 2-1

Il Novara batte lo Spezia per 2 a 1 grazie alle reti di Macheda e Galabinov, inutile il gol del momentaneo pareggio di Granoche. Con questo successo, gli uomini di Boscaglia raggiungono il 10° posto e si portano a -1 proprio dallo Spezia al limite della zona playoff. E' di Macheda al 28' il primo gol della gara con una bella volèe di sinistro, dopo pochi minuti arriva il pareggio di Granoche: è il 34' e la punta ligure entra nella difesa piemontese immobile e punisce Da Costa. Infine, in pieno recupero del primo tempo, Galabinov chiude i giochi sfruttando al meglio di testa un cross di Chiosa.

***

La classifica:

Frosinone 51 Spal 48 Benevento 46 Hellas Verona 46 Bari 40 Perugia 39 Cittadella 39 Virtus Entella 38 Spezia 38 Novara 37 Carpi 36 Avellino 35 Ascoli 34 Salernitana 32 Pisa 31 Brescia 31 Cesena 29 Latina 29 Pro Vercelli 28 Vicenza 28 Trapani 25 Ternana 23