Pareggio senza reti tra Benevento ed Entella: sterile supremazia dei sanniti, l'uomo partita è Cragno

- Sport IlVaglio.it
Alessio Cragno
Alessio Cragno

Non va oltre uno scialbo pari senza reti, il Benevento contro la Virtus Entella Chiavari, al "Ciro Vigorito". Continua la striscia senza vittorie che cumula solo 2 punti nelle ultime 4 gare (3 delle quali però disputate in casa). E' una marcia lenta cui i giallorossi non hanno certo abituato nel loro primo campionato di Serie B.

I sanniti con 48 punti sono ancora quarti assoluti in classifica, ma ora sono incalzati da Bari (-2), Perugia e Spezia (-4) mentre è lontana dalla vetta (- 7 dalla capolista Spal), sfiorata prima dello stop interno contro il Bari, cui hanno fatto seguito l'altra sconfitta a Novara, e poi i due pareggi interni consecutivi, contro Salernitana e appunto Entella. Un solo gol (e su rigore) nelle ultime 3 gare. e un pareggio, quello odierno, che preoccupa di più perché quello contro la Salernitana aveva comunque fatto annoverare parecchie palle gol per i sanniti che per ciò confortavano. Oggi i tiri in porta sono stati molti di meno (5) e meno pericolosi. Anzi, il migliore in campo, alla fine, è stato prprio il portiere giallorosso Cragno, autore di tre difficili e belle parate, l'ultima, la più importante, nei secondi finali del tempo di recupero.

Il nuovo modulo di gioco 4-3-3 del Benevento, se probabilmente protegge un po' più la squadra, sicuramente ne limita l'incisività. Lo si è visto in particolare, da inizio ripresa,dopo l'uscita di Ceravolo, il più pericoloso degli attaccanti. Il possesso palla è stato ancora maggiore di quello degli avversari, ma è stato effettuato con scambi memo veloci e tanti passaggi sbagliati, anche quelli più facili.

Prima ancora che il modulo, quindi, sembra stia incidendo la condizione psico-fisica di molti dei titolari (testimoniata dal comune deficit di lucidità). Mister Baroni però a fine gara non si è detto preoccupato per le condizioni della squadra e il gioco espresso.

Oggi si sono rivisti Buzzegoli e Lopez titolari, mentre negli ultimi minuti ha fatto la sua apparizione anche Eramo reduce da un lungo infortunio. Prossima gara del Benevento sabato a Perugia, la settimana successiva di nuovo in casa contro il derelitto Trapani, e quindi trasferta alla Spezia: un trittico da sfruttare al meglio per conservare almeno il quarto posto, utilissimo in proiezione playoff, giocando contro due dirette concorrenti.

Nessuno scoraggiamento quindi perché, da un lato, la classifica comunque arride alla matricola giallorossa che, in quanto tale, era partita per salvarsi dalla retrocessione: non lo si dimentichi mai. Dall'altro lato, se ci si vuole soffermare ancora sui trend, allora va anche detto che, apmlòiandolo e paragonando le prime 9 gare del girone di andata, con le 9 compiutesi oggi del girone di ritorno, si scopre che il Benevento ha ottenuto, nel 2017, 12 punti, solo 3 in meno rispetto ai 15 punti dell'avvio di campionato. Niente di gravissimo, niente è perduto.
La cronaca
11° - Cissè solo in area tira alto sulla traversa.
14° - Cissè ci riprova dal limite, palla di qualche metro al lato.
27° - Sugli sviluppi di una punizione calciata da Ciciretti, tiro di Cissè al lato.
40° - Primo tiro in porta del Benevento su calcio di punizione di Ciciretti: Iacobucci respinge in tuffo.
51° - Bella palla per Ceravolo in area che tira alto e si infortuna.
52° - Lopez per Cissè che da buona posizione in area tira, Iacobucci devia con in piedi in angolo.
53° - Esce Ceravolo entra Falco al suo posto.
59° - Benedetti stende Ciciretti lanciato a rete: ammonito.
62° - Ficcante ripartenza dell'Entella con Catellani che serve un pallone d'oro a Caputo che calcia a rete : Cragno con una bella parata gli dice di no.
72° - Entra Tremolada esce Ammari.
73° - Escono Buzzegoli per Viola e Del Pinto per Eramo.
77° - In area tira Ciciretti, Benedetti tocca con la mano: rogore invocato e non concesso.
78° - Esce Catellani entra Diaw.
83° - Ammonito Diaw.
88° - Ammonito Falco.
89° - Cragno salva il Benevento respingendo in tuffo un bel tiro di Palermo indirizzato nell'angolino.
94° - Ripartenza micidiale dei liguri in contropiede e in superiorità numerica, Cragno si supera e para su Diaw.
95° - Controripartenza dei sanniti, con palla per il gol finale per Chibsah che tira piano: facile la parata di Iacobucci.

Il tabellino

Benevento: Cragno, Venuti, Camporese, Lucioni, Lopez, Chibsah, Buzzegoli (73° Viola), Del Pinto (73° Eramo), Ciciretti, Ceravolo (53° Falco), Cissè. A disposizione: Gori, Pezzi, Pajac, Padella, Gyamfi, Matera. Allenatore: Baroni

Virtus Entella: Iacobucci, Belli, Ceccarelli, Benedetti, Baraye, Troiano, Moscati, Palermo, Ammari (72° Tremolada), Caputo (91° Zaniolo), Catellani (78° Diaw). A disposizione: Paroni, Filippini, Pecorini, Pellizzer, Sini, Ardizzone, Allenatore: Breda.

Arbitro: Abbattista di Molfetta

Note: Ammoniti: Benedetti, Diaw, Iacobucci e Falco.