Impianti sportivi: tutto quel che inutilmente si dice sui finanziamenti ora ricevuti e che da anni si tace sulla giungla nella gestione

- Politica Istituzioni IlVaglio.it

Per restare allo sport, in senso più 'stretto', meno male che è intervenuta la Lega di serie A: il calendario della prima stagione del Benevento calcio nel massimo torneo nazionale ha dirottato su di sé le attenzioni dell'opinione pubblica cittadina, tifosa e no. Sottraendole, si spera in larga parte, all'ennesimo "incendio" estivo, la polemica politica sul Fondo 'Sport e Periferie'. Nella quale sono entrati, a piedi uniti come gli stopper di un tempo, Pd e amministrazione Mastella (per interposto vicesindaco, il primo della lista). Le botte e le risposte che amorevolmente i contendenti hanno inteso scambiarsi sono leggibili anche qui sul Vaglio, nell'apposita sezione dei comunicati stampa.

Ma è meglio ricondurre il tutto alla concretezza dei... soldini che giungeranno in città per il complesso degli impianti gravitante su via Compagna, al rione Ferrovia (1.500.000 € circa), e dei campi da tennis del viale degli Atlantici (124.000 €), frutto del dettato dell'articolo 15 del Decreto Legge n. 185 del 26 novembre 2015 ("Misure urgenti per interventi nel territorio", decreto Expo-Giubileo o Happy days...). Interventi (183 in tutto quelli finanziati nel Paese con questo piano da 100 milioni di euro per il triennio 2015 /2017) presentati in conferenza stampa il 12 ottobre 2016 dall'allora presidente del Consiglio Renzi e dal presidente del Coni Malagò. 19 quelli, risaputi sin da allora (Benevento compresa), in Campania, la terza regione per numero degli stessi dopo Calabria e Sicilia. Insomma, nulla di nuovo se non il... rilascio dei fondi, oggi.

Di qui la nota autocelebrativa del Pd sannita, che si inquadra nella comprensibile logica della promozione pubblicitaria per offrire una copertina al nome del sottosegretario De Caro attivando uno strumentale ringraziamento al ministro Lotti per misure già conosciute, e la conseguente, piccata replica del vicesindaco e assessore al Lavori Pubblici Mario Pasquariello che, nella foga della primogenitura del provvedimento, accomuna il ringraziamento del Pd al ministro a quello (non espresso, invero) per il sottosegretario, che invece è solo il titolare dello spot politico. Il fraintendimento scatena, poi, il consueto meccanismo di 'guardia armata' piddina a suon di note stampa. E quindi la controreplica di Pasquariello. Come ben si comprende, dunque, il nulla, una tirata di capelli fra gruppi politici comunque utile a ingrassare le redazioni.
***
A proposito: non è certo necessario che gli esponenti del Pd (in particolare i 'cittadini' De Pierro e De Lorenzo) debbano leggere quanto il consigliere comunale Paglia ha affidato, come contenuti e riflessione, alle colonne del Vaglio, ma in tema di impianti sportivi cittadini - e di proprietà del Comune di Benevento - sarebbe opportuno, prima di discettare di finanziamenti, conoscere il loro parere sulla giungla venutasi a creare nel corso di questi ultimi anni. Sulla quale non è che si siano sprecate, le note stampa...