Vincenzo Sguera: questione Trotta, è un dovere civico capire i problemi

- Politica Istituzioni IlVaglio.it

"La questione della “Trotta Mobility”, al netto delle critiche politiche, non può non essere considerata con la necessaria preoccupazione, atteso che i dipendenti della detta società - ai quali va la mia solidarietà - non percepiscono, in maniera puntuale e nel rispetto degli accordi contrattuali, quanto a loro spettante. Nella speranza che il legale rappresentante della azienda che gestisce il trasporto locale possa definire in tempi rapidi le questioni debitorie e fiscali -propedeutiche al rilascio del durc,- è opportuno, in ogni caso, avviare lo studio di soluzioni alternative che consentano, compatibilmente con le norme del codice degli appalti, la corresponsione da parte dell'Ente di quanto spettante ai dipendenti": è quanto scrive in una nota diffusa alla stampa il consigliere comunale centrista Vincenzo Sguera, allo stato ancora all'opposizione a palazzo Mosti.

"Colgo l'occasione per precisare che la mia partecipazione alla 'procedura di raffreddamento e conciliazione', tenutasi in Prefettura, è stata dettata da una mia libera scelta: ho infatti sentito il dovere di ascoltare direttamente dall'amministratore unico della 'Trotta Mobility' le ragioni che hanno determinato il ritardo nella corresponsione degli stipendi e di visionare i documenti prodotti dallo stesso a sostegno delle azioni intraprese per ottenere il rilascio del documento attestante la regolarità contrbutiva. Per tale unico motivo, quindi, ho chiesto al Sindaco di autorizzare la mia presenza al tavolo delle trattative. Se invece di criticare a prescindere qualsivoglia movimento di soggetti dotati di buona volontà ci si impegnasse a studiare le questioni, a promuovere incontri, a suggerire soluzioni ai molteplici problemi gravanti sulla nostra collettività, forse, non ci troveremmo impantanati nelle preoccupanti condizioni in cui attualmente versa la città.

Lunedì mattina - prosegue Sguera - sarò lieto di incontrare il consigliere De Pierro , professionista serio e politico navigato, per analizzare congiuntamente il contratto stipulato dall'Ente con la 'Trotta Mobility', il verbale dell'incontro tenutosi in Prefettura, i documenti prodotti dal legale rappresentante dell'azienda di che trattasi e per valutare la possibilità di 'interventi sostitutivi' da parte dell'Ente per saldare direttamente le retribuzioni arretrate agli aventi diritto. Infine, mi si consenta un'annotazione: è inaccettabile che una questione di tale rilevanza non venga direttamente e personalmente seguita dall'assessore competente in modo preciso, puntuale e costante, indipendentemente dal periodo feriale".