Uffici giudiziari nella "Guidoni", la Provincia sollecita: pagate il fitto

- Politica Istituzioni IlVaglio.it
I partecipanti all'incontro odierno
I partecipanti all'incontro odierno

Scrive l'ufficio stampa della Provincia di Benevento: I problemi logistici legati all’amministrazione della giustizia presso la ex Caserma Guidoni di Benevento, di proprietà della Provincia, sono stati affrontati oggi nel corso di un summit cui hanno preso parte i vertici del Tribunale e della Procura della repubblica, dell’Ordine degli Avvocati e dello stesso Ente proprietario. Erano presenti: per il Tribunale: la dott.ssa Marilisa Rinaldi e il dott. Ennio Ricci; per la Procura il dott. Aldo Policastro; per l’Ordine degli Avvocati l’avv. Domenico Vessichelli, per la Provincia: il Presidente ed il Vice Presidente, Claudio Ricci Francesco Maria Rubano, il responsabile dell’Avvocatura Giuseppe Marsicano, del Servizio Finanze Serafino De Bellis, del patrimonio Michelantonio Panarese.

Al centro dei lavori l’utilizzo di una parte della ex Caserma Guidoni, il monumentale complesso che, suddiviso in quattro corpi di fabbrica, occupa un’immensa area tra i Viali Atlantici e Mellusi nella città capoluogo.

Dal 1° settembre 2015, a seguito di una innovazione normativa, compete al Ministero di giustizia e non più ai Comuni il pagamento dei fitti passivi per i locali utilizzati da Tribunali e Procure. E’ dunque in corso tra la Provincia ed il Ministero una trattativa per la fissazione del prezzo della locazione. L’ipotesi di contratto, predisposta dalla Provincia, a seguito di un parere rilasciato dall’Agenzia del territorio, è al vaglio ministeriale già da qualche mese e, tuttavia, al momento, il Dicastero di via Arenula non ha fatto ancora conoscere le proprie determinazioni riguardo una richiesta di pagamento di circa di € 150mila l’anno a far data appunto dal 2015.

Questo ovviamente espone la Provincia ad un carico supplementare di criticità di natura contabile ed amministrativa, non avendo percepito alcun rimborso fino ad oggi; d’altra parte è esigenza del Tribunale e della Procura aver accesso ad ulteriori locali per le proprie crescenti esigenze.

La Provincia, come ha ancora una volta assicurato nel corso del summit il Presidente Ricci, metterà a disposizione quanto prima per gli Uffici del Giudice di Pace, presso la stessa ex Caserma Guidoni, i locali attualmente occupati dal Centro Servizi Territoriale (CST), istituito dalla stessa Provincia per fornire servizi telematici ai Comuni, che stanno per essere trasferiti altrove. Ciò tuttavia non risolve i problemi sul tappeto.

Nel corso del summit è stato a lungo discusso sulla situazione che si è venuta a creare e che influisce in maniera negativa sulle legittime attese dei tanti cittadini, degli avvocati e degli stessi magistrati interessati alla celere risoluzione delle cause che li vedono impegnati.

Dopo una attenta disamina di tutte le implicazioni dei problemi descritti, le parti sono addivenute ad un’intesa di massima in forza della quale verrà al più presto richiesta una interlocuzione diretta con i responsabili del Ministero di giustizia per la logistica sia in ordine alla formalizzazione del contratto di fitto, che alla stabilizzazione degli immobili fin qui utilizzati, nonché per la messa a disposizione da parte della Provincia di ulteriori locali nel complesso immobiliare di viale degli Atlantici.

Il Presidente Ricci, nel ringraziare vivamente i partecipanti al summit, ha dichiarato, al termine dello stesso, che si adopererà personalmente presso il Ministero di via Arenula al fine di risolvere in positivo, una volta per tutte, una vertenza che si trascina da troppo tempo e che certamente costituisce – ha proseguito il Presidente - un pesante handicap nella vita di tutti i giorni per gli operatori della Giustizia e determina l’accumularsi di cause con evidente danno per la cittadinanza tutta.