Inquinamento dell'aria: Altrabenevento su Russi e il M5S

- Politica Istituzioni IlVaglio.it

Scrive il presidente dell'associazione Altrabenevento, Gabriele Corona: Ieri l'altro, 12 novembre, abbiamo criticato l'ennesima ordinanza di chiusura al traffico di alcune strade di Benevento, dopo il superamento dei livelli di polveri sottili, sollecitando interventi più adeguati e maggiore attenzione anche da parte dei consiglieri di opposizione. L'assessore comunale all'ambiente, Vincenzo Russi, ha comunicato che l'ordinanza era effettivamente sbagliata, perché si riferiva all'inquinamento da Polveri Sottili, PM 10 e PM 2,5 del 19 ottobre mentre, in realtà, doveva essere un provvedimento tampone per i dati registrati dalla centraline del 9 novembre.

In effetti quel giorno, secondo i dati forniti dall'ARPAC, era stata superata la soglia solo per le polveri più sottili, diametro 2,5 milionesi di metro, capaci di penetrare direttamente negli alveoli polmonari con conseguenti malattie molto gravi. Secondo un recente rapporto presentato al Senato dalla Fondazione per lo sviluppo sostenibile, l'Italia ha il numero più alto in Europa di morti premature proprio per inquinamento da polveri sottili.

A Benevento la presenza di particelle nocive disperse nell'aria è davvero preoccupante. Sempre dai dati ARPAC risulta che - per il periodo che va dall'1° ottobre al 12 novembre (31 giorni effettivi al netto di quelli con dati non pervenuti o non validati) - la soglia di allarme per le polveri PM 2,5 è stata superata in 12 giorni, sia dalla Centralina di via Mustilli, nella zona alta, che da quella ubicata vicino allo Stadio in Contrada S. Colomba. Il dato è preoccupante, 12 giorni su 31, equivalgono al 40% del periodo di riferimento, quando i termosifoni non erano ancora accesi.

Dinanzi a questi dati appare ancora più inadeguata la semplice chiusura al traffico di alcune strade, per alcune ore nei giorni festivi, e neppure può essere sufficiente la "domenica ecologica" annunciata dall'assessore Russi. Occorre intraprendere un'azione amministrativa più incisiva a cominciare dalla informazione precisa alla cittadinanza sui livelli di inquinamento, come prevede il Decr. Lgs.155 del 2010, norma di riferimento per la lotta all'inquinamento dell'aria che stranamente non è neppure richiamata nell'ordinanza di Russi.

Poi bisogna definire, insieme ai soggetti interessati, i piani per la mobilità sostenibile, la riorganizzazione del trasporto pubblico anche extraurbano, il controllo della sosta selvaggia, la messa a dimora di specie arboree capaci di assorbire e trasformare gli inquinanti.

Vogliamo sperare che s'assessore Russi, quando riconosce che le chiusure estemporanee del traffico non sono la medica giusta, stia pensando anche a queste misure urgenti.

Dobbiamo invece prendere atto che per i consiglieri comunali di Benevento del M5S le preoccupazioni di Altrabenevento e le sollecitazioni, fatte anche all'opposizione per maggiore attenzione alla questione, sono semplicemente un modo per "farsi propaganda".

Sono davvero strani i grillini abituati ad usare linguaggi e toni sempre molto duri contro tutti, mentre dimostrano di essere davvero allergici a ogni forma di critica. In particolare il consigliere Nicola Sguera, professore, filosofo e poeta, si riduce a parlare per anagrammi, indovinelli o rebus per chiedere ai suoi di serrare le file e non rispondere mai nel merito dei fatti segnalati da cittadini, avversari o attivisti scontenti.

Anche a proposito del grave livello di inquinamento in città, si limita a ricordare di aver più volte chiesto la discussione in Commissione Consiliare come se questo fosse il comportamento più efficace per un consigliere di opposizione dinanzi ad un problema serio che riguarda la salute dei cittadini.

In realtà su questo argomento Sguera si è speso molto solamente per chiedere all'amministrazione comunale di "aderire" alla festa degli alberi. La sollecitazione arriva direttamente da Beppe Grillo che sul suo blog invita gli attivisti a organizzare la piantumazione degli alberi ricordando che l'idea è di Casaleggio, come se non abbiano fatto lo stesso per decenni, le parrocchie, i boy scouts, le scuole, le associazioni ambientaliste. In Italia il Movimento 5 Stelle, oramai in campagna elettorale, organizza direttamente o "promuove" la giornata per gli alberi con gli Enti locali, ma a Benevento non si capisce che cosa abbia deliberato la Giunta Mastella, perché l'atto non c'è ancora all'Albo Pretorio.

Uno scarno comunicato dell'Ente non fa alcun riferimento alla "sollecitazione di Grillo e del Movimento 5 Stelle" ma cita l'associazione "Con la cultura si mangia" che fa capo ai grillini locali. Complimenti per questa grande dimostrazione di trasparenza politica!