Censura PD sulla gestione Asia e il M5S al fianco dei No vax

- Politica Istituzioni IlVaglio.it
Giovanni De Lorenzo
Giovanni De Lorenzo

Scrive il Coordinamento Cittadino del Partito Democratico: Ieri, venerdì 17 novembre, si è riunito per la seconda volta il nuovo Coordinamento Cittadino del Partito Democratico. Un incontro molto partecipato, su un ordine del giorno denso di spunti di dibattito e di azione politica, da problematiche di urgente rilevanza cittadina a iniziative di organizzazione interna e di pubblico interesse. Ma è stata soprattutto la situazione ASIA ad animare la discussione: l'inesorabile declino dell'azienda che da una condizione di attivo economico e da una premialità riconosciuta anche a livello nazionale, si trova oggi con un passivo molto pesante e con un'inefficienza denunciata a più livelli. A farne le spese, come sempre, innanzitutto i lavoratori, che stanno vivendo una situazione di enorme difficoltà e di smarrimento.

Nei loro confronti il Coordinamento del PD esprime una solidarietà forte ed una vicinanza che non vogliono essere però solo di forma, ma di sostanza. Per questo motivo, si è individuato un gruppo di lavoro, che vede impegnati in prima linea il coordinatore cittadino Giovanni De Lorenzo e due componenti del Coordinamento, Rita Maio e Patrizia Romano, affiancati dal consigliere comunale Italo Di Dio. C'è la consapevolezza, infatti, che occorre non solo analizzare approfonditamente il problema, ma anche cercare soluzioni reali, concrete e condivise, per tutelare i lavoratori e il servizio di nettezza urbana. Bisogna inoltre scongiurare il pericolo che l'azienda diventi strumento di influenza elettorale all'approssimarsi delle politiche. La situazione ASIA, in questo senso, insieme col problema della mensa scolastica, è la cifra del malgoverno mastelliano della città, caratterizzato da imbarazzante inadeguatezza amministrativa e da una politica, nel migliore dei casi, assente.

Il Coordinamento cittadino del Partito Democratico ha posto poi l'attenzione sull'iniziativa relativa alle vaccinazioni che si è tenuta in città lunedì 13 novembre, ritenendo del tutto condivisibili la denuncia e la presa di distanza dell'Ordine dei Medici, dell'ASL e dell'A.O. Rummo, che hanno biasimato la diffusione di informazioni prive di qualsiasi valenza scientifica ed estremamente pericolose per la salute pubblica, nonostante la sacrosanta legge che introduce l'obbligatorietà vaccinale.
Quantomeno discutibile la presenza addirittura di entrambi i consiglieri comunali del Movimento 5 Stelle, Sguera e Farese, tra un pubblico peraltro quasi esclusivamente composto dagli attivisti di uno dei due meetup di Benevento. Una partecipazione massiccia all'iniziativa, quella grillina, in tutta evidenza più intesa ad omaggiare, e a sponsorizzare, che ad ascoltare. Questo, in un momento estremamente delicato, dove le Istituzioni e tutte le figure di responsabilità politica e amministrativa avrebbero invece il dovere di assumere posizioni in linea con quelle della comunità scientifica.

Per agevolare le dinamiche organizzative interne al circolo beneventano, si è infine istituita una segreteria organizzativa, coordinata da Antonio Furno, che sarà coadiuvato da Gretel Francesca Marulli e Nunzio Castaldi.