Caso doping in casa giallorossa, le richieste dell'accusa: un anno di stop per Lucioni e quattro per il medico

- Sport IlVaglio.it

Non ci ha pensato su a lungo, la Procura nazionale antidoping. E così, ad appena 24 ore dalla proroga di un mese della sospensione cautelare di Fabio Lucioni, è emerso quanto la stessa ha intenzione di chiedere, nel dibattimento – questo sì – del quale ancora non si conosce la data con precisione. Un anno di sospensione all'atleta e quattro al medico sociale, che avrebbe somministrato al primo lo spray contenente la sostanza anabolizzante emersa con gli esami condotti dopo la gara del 10 settembre scorso al Vigorito contro il Torino. Se anche il Tribunale dovesse confermare i 12 mesi, Lucioni potrebbe tornare in campo solo a settembre 2018. La sua assenza, invero, è stata colpevolmente sottovalutata nel suo valore di 'sterzata' negativa per il campionato giallorosso. Privato, in un colpo solo, di un centrale arcigno, del capitano della squadra. Di un leader dello spogliatoio, di un elemento di accordo con la società.