La polemica sul caso assunzioni alla Gesesa, come se per le partecipate a Benevento fossero le prime e le sole...

- Politica Istituzioni IlVaglio.it
Annalisa Tomaciello
Annalisa Tomaciello

Si discute su alcune assunzioni fatte dalla Gesesa, la società per la gestione del servizio idrico a Benevento. e in altri 21 comuni sanniti. Contribuisce al caso una discussione nella Commissione consiliare Finanze di Palazzo Mosti presieduta da Annalisa Tomaciello sorta sulle piste di una lettera dell'azienda non intenzionata a spiegare alcunché, ma anche – nel tempo - le prese di posizione di esponenti e associazione della società civile. Il livello di guardia del nervosismo si è un po' elevato: il presidente del CdA di Gesesa Luigi Abbate, indicato dall'attuale maggioranza a palazzo Mosti, in effetti in una delle risposte pubblicate dai media ha letto sottotraccia un attacco politico e, soprattutto appellato in maniera non propriamente pacata non meglio specificati, critici interlocutori. Gli ha replicato così Annalisa Tomaciello: “Non si possono definire 'idioti, deficienti, acari, con i voti di un condominio', consiglieri comunali che nel diritto dell’espletamento delle proprie funzioni pongono un quesito”.

Chissà forse la polemica – sulle censurate e sospettate assunzioni di disoccupati - poteva essere smorzata sul nascere. Si era a settembre e Abbate, pur nel solco comunque di una linea di condotta ribadita anche oggi (“Siamo un’azienda privata e non abbiamo nessuna necessità di evidenze pubbliche o mostrare documenti”) comunque aveva aggiunto: “Nonostante questo sono pronto a pubblicare tutto sul nostro portale”. Appare evidente, alla luce degli ultimi sviluppi, che tale elemento di chiarezza è rimasto allo stato d'intenzione.

Un ulteriore, forse un po' trascurato, aspetto – però – manca alla ferocia della polemica su Gesesa, che ricordiamo essere una compagine nella quale il Comune cittadino ha una quota minoritaria. Non ricordiamo invero nessun aspro contraddittorio relativo a un passato, recente o lontano, di assunzioni – a tempo determinato, indeterminato, attraverso agenzie di 'collocamento', grazie a bandi o progetti di ogni sorta, – in società partecipate dagli enti locali, pur largamente effettuate. E' quindi sicuramente evidente, l'impetuoso valore di “novità” del caso-Gesesa che pare essere il primo e il solo...