Qualità della vita 2017 - Italia Oggi. Benevento? In discesa e perde pure il 'primato' regionale

- Politica Istituzioni IlVaglio.it

Meno tre. Che non è la temperatura di questi giorni invece insolitamente più caldi rispetto alla stagione, ma lo slittamento – verso il basso – della provincia di Benevento nella Classifica della Qualità della Vita secondo Italia Oggi, giunta alla sua diciannovesima edizione, coordinata dal Dipartimento di Scienze sociali ed economiche dell'Università La Sapienza di Roma, in versione integrale sull'edizione del 27 novembre del quotidiano. Il principio dello studio è quello dell'esame di nove parametri - affari e lavoro, ambiente, criminalità, disagio sociale e personale, popolazione, servizi finanziari e scolastici, sistema salute, tempo libero, tenore di vita – per ciascuno dei quali (che vanta una serie di sottodimensioni settoriali) a ogni provincia è stato dato un voto da 1 a 4. Benevento, dunque, si colloca al 75° posto rispetto al 72° del 2016 (ai primi due posti, per la cronaca: Bolzano e Trento).

Il 2017, quindi, declina naturalmente verso il mese di dicembre e, come ben conoscono i lettori attenti dei principali quotidiani economici nazionali, giunge questo tempo delle classifiche, “tradizionali” ormai, quelle che permettono alle amministrazioni ed alle comunità amministrate di vantare una chiave di letura delle politiche messe in campo dalle prime nell'interesse delle seconde. Ha cominciato Italia Oggi, appunto. Che santifica un arretramento di posizione senza offrire neppure l'appiglio del “primato” regionale, come accadde nel 2016: Benevento infatti è preceduta da Salerno (73° posto – un anno fa era il 79°) e seguita da Avellino (82°, ma in salita di dieci posizioni), Caserta e Napoli (rispettivamente 95° e 108° posto sui 110 disponibili...).

Nei singoli settori rileviamo l'appartenenza alla fascia “scarsa” qualità per Affari e lavoro (classifica parziale, l'80° posto), con un incremento del tasso di disoccupazione.

E' invece “accettabile” la qualità nel settore dell'Ambiente (49° della parziale classifica), con una – non casuale – bassa posizione quanto al numero di giorni di superamento di PM10; invidiabili invece le posizioni per produzioni di rifiuti urbani (3°) e raccolta differenziata, nonché piste ciclabili e zone a traffico limitato (!). Non soprende, coem il dato precedente invero, il bassofondo per territorio destinato ad aree verdi nel comune capoluogo (108°) e la depurazione (104°).

Capitolo Criminalità, qualità “buona”, 12° posto assoluto nella parziale graduatoria. La classica isola felice, insomma. Ma una discesa, per esempio, nella sottodimensione delle violenze sessuali, di lesioni e percosse, sfruttamento della prostituzione, scippi e borseggi, furti in appartamento.

Quanto al Disagio sociale, nonostante la fascia “accettabile”, la picchiata è notevole: dal 2° posto di una nno fa al 49° della parziale classifica del 2017. Peggiora il tasso di disoccupazioen giovanile fra i 15 e 24 anni, aumentano i reati a sfondo sessualie contro i minori.

49° posto e risalita, invece, nella sottodimensione della Popolazione, collocazione “accettabile” (diminuisce il tasso di mortalità, aumenta quello dei nati vivi).

Eccoci ai Servizi finanziari e scolastici, dalla qualità “scarsa” (81° posto), ma con performance discreta per numero di scuole superiori e relativi studenti ad esse iscritti.

Il Sistema salute è in miglioramento (69° posto) ma non al punto di lasciare la fascia “scarsa”. Bene i posti letto in reparti specialistici, basso il numero dei medici ospedalieri ed il personale inermieristico e tecnico/sanitario per ogni 100 posti letto invece.

Il Tempo libero saluta un 83° posto. Si 'brilla' per agriturismi e ristoranti ma non per gli alberghi o palestre, nonché librerie ('stazionari' i cinema...).

Chiude, in tutti i senso il Tenore di vita, dove Benevento acquisisce un punteggio “insufficiente” e viene collocata all'ultimo posto, il 110°. In nero pensiioni, valore aggiunto, depositi bancari, variazione dei prezzi al consumo, eccetera.