Sentenze divulgate (Asia) e sentenze taciute (mensa). La Giunta Mastella trasforma l'ufficio stampa in ufficio propaganda

- Politica Istituzioni IlVaglio.it
Clemente Mastella
Clemente Mastella

Torna a battere un colpo mediatico l’assessore alle finanze del Comune di Benevento Maria Carmela Serluca. Lo fa attraverso una nota ufficiale dell’ente che porta a conoscenza della comunità cittadina come si sia infranto sullo scoglio del Tar il ricorso dell’ex presidente del CdA di Asia Spa, Lucio Lonardo, il ricorso – in sostanza- contro le procedure poste in essere dall’ente locale per sottrargli la poltrona da sotto. E’ accaduto in una seduta del Tribunale amministrativo del 6 dicembre, e subito il palazzo (Mosti) ha avvertito la necessità di comunicare la lieta novella (“…poiché assicura l’indispensabile continuità gestionale e operativa” dell’Asia, ha specificato – presumiamo raggiante – Serluca). Guarda caso è lo stesso giorno in cui si è consumato anche il “verdetto” sfavorevole alla gara trimestrale della mensa scolastica, preceduto il giorno prima dal “verdetto” del Consiglio di Stato che sembra riscrivere l’esito della gara quinquennale sempre della mensa scolastica.

Ora, la notizia “buona” – per la Giunta Mastella, visto e considerato lo stato di pulizia della città - immediatamente è divenuta di pubblico dominio, a imperitura testimonianza del buon agire dell’ente locale; la notizia meno buona – che ratifica al contrario uno stato di stallo della refezione negli istituti cittadini – non è comparsa sul sito del Comune di Benevento, né ha vantato il merito, come ha invece ricevuto lo stop a Lonardo, di una divulgazione per le vie ufficiali di un comunicato. Comunicato sul servizio mensa negato nelle scuole il cui senso stretto si può racchiudere:
nell’impossibilità di far fronte ad una promessa elettorale del sindaco Mastella;

nella immutabilità dell'annosa vicenda nonostante addirittura il cambio dell’assessore di riferimento nella Giunta Mastella, prima Ingaldi poi Del Prete;

nella pervicacia di chi decide a Palazzo Mosti impiegata ad indire gare di appalto una via l’altra;

nella dubbia capacità della Giunta Mastella di riuscire a interpretare le situazioni sia amministrative che legali visto il semaforo rosso acceso ora dall’Anac ora da un Tar ora da un Consiglio di Stato.

Ma non sempre è il caso di sparare sul pianista... Questa volta la Giunta Mastella si è ben comportata, visto il contenuto hard di una notizia (la mensa) decisamente a Benevento “vietata ai minori” (gli alunni a digiuno).