Il M5S ha incontrato l’Amministratore unico di ASIA Benevento

- Ambiente Sanità IlVaglio.it
Donato Madaro
Donato Madaro

Scrive il Movimento 5 Stelle di Benevento: Nella giornata odierna il M5S di Benevento ha incontrato l’Amministratore unico dell’Azienda Servizi Igiene Ambientale (ASIA), dott. Donato Madaro, non essendo stato possibile l’incontro – più volte reclamato nei mesi scorsi – nella Commissione Ambiente. Il colloquio - cordialissimo e chiusosi con l’impegno a continuare lo scambio di informazioni e sollecitazioni - ha toccato i punti nevralgici relativi alla tormentata vicenda della partecipata del Comune: il dott. Madaro ha voluto rimarcare la condizione drammatica finanziaria in cui ha trovato l’Azienda, l’improcrastinabilità di una riorganizzazione funzionale al raggiungimento di obiettivi, la necessità di sgravare alcune figure apicali di un eccesso di compiti che ha rallentato i processi decisionali, l’urgenza di utilizzare bandi per le gare, di avere come riferimento per le spese i parametri CONSIP e di razionalizzare alcuni servizi (ad esempio il call-center, a suo tempo segnalato dal M5S).

Sollecitato in relazione alla delocalizzazione, il dott. Madaro ha preso impegno (realistico ma non dipendente da lui) a unificare tutti gli uffici, e poi a spostare la sede entro l’estate (e tutta l’Azienda entro il 2018).

I consiglieri comunale di Benevento del M5S, Marianna Farese e Nicola Sguera, hanno consegnato a Madaro copia del Dossier (risalente a marzo) che tanto scalpore suscitò, con la minaccia di una querela dell’allora Presidente, dott. Lucio Lonardo (mai pervenuta per altro). Il quel dossier è possibile rilevare, con molti mesi di anticipo, molte delle criticità poi emerse sia nella breve gestione Quattrociocchi, sia nell’attuale gestione.

Tanto il M5S allora quanto l’attuale Amministratore hanno ritenuto doveroso interessare la magistratura di una serie di anomalie rispetto a cui sono ancora in corso accertamenti.

Infine, il dott. Madaro ha illustrato alcune delle idee sulla futura gestione dei rifiuti, con il supporto attivo del CONAI. In particolare l’ambizione è quella di risalire al di sopra del 65% della differenziata e di avviare il porta a porta anche per il vetro. Il M5S continuerà a svolgere il suo ruolo di vigilanza attiva e di proposta costruttiva in un settore assolutamente nevralgico della vita cittadina.