Denuncia il M5S: dal Sannio col parroco "in visita alla cappella del Duce con assistenza all'arrivo dei reduci". Il vescovo Accrocca si pronunci

- Politica Istituzioni IlVaglio.it

La segnalazione proviene dai due consiglieri comunali del MoVimento 5 Stelle a palazzo Mosti, Marianna Farese e Nicola Sguera. Eccola nella sua interezza: “Alcuni cittadini ci hanno fatto pervenire un volantino (è allegato alla nota) nel quale leggiamo di una gita (28-30 aprile 2018) che prevede anche la deposizione di fiori sulla tomba di «S.E. il Duce» e «assistenza ai reduci ancora vivi» (immaginiamo della Repubblica Sociale Italiana). A partecipare all’evento Padre Robert, «parroco della Parrocchia di San Giovani di Ceppaloni». Il fatto, dai molteplici discutibili profili, ci sembra degno di essere segnalato. Ci chiediamo se Mons. Accrocca sia a conoscenza di un suo parroco che benedice la tomba di Mussolini”.

A corredo delle parole dei due consiglieri (che si domandano: "La Chiesa co-organizza visite per depositare fiori sulla tomba del Duce?"), si può anche aggiungere un passo istruttivo del volantino che pubblicizza la “gita”: “Ai partecipanti che faranno visita alla Cappella di Mussolini a San Cassiano si raccomanda di fare silenzio e di astenersi da qualsiasi commento in quanto tutta l'area è spiata da sistemi elettronici che filmano e registrano”.

L'aspetto che rende la tre giorni un pellegrinaggio davvero religioso, infine, è nella raccomandazione alle donne: “Alle partecipanti che entreranno nell'area cimiteriale si raccomanda un abbigliamento decente altrimenti si consiglia di rinunciare ad entrare”.
***
Istruzioni per l'uso: per chi lo avesse perso, converrà recuperare in edicola o qualunque altro modo il numero del 14 gennaio dell'Espresso, al cui interno è contenuto un inserto a fumetti (fumetti?) di Zerocalcare dal titolo: “Questa non è una partita a bocce”. Contenuti istruttivi per tutti.
Intanto, s'attende la pronuncia (e che sia ufficiale) dell'arcivescovo di Benevento Felice Accrocca.