Benevento - L'ospedale Rummo si difende dalle accuse di razzismo: "Calunnie"

- Ambiente Sanità IlVaglio.it

In relazione a quanto denunciato da un mediatore culturale, operante a Benevento, a proposito di quanto da lui subito mentre chiedeva che gli si prestassero cure nell'azienda ospedaliera 'Gaetano Rummo, nel capoluogo sannita (clicca qui per leggere l'articolo in merito del Vaglio.it), l'AO 'Rummo' ha replicato oggi pomeriggio con la seguente nota: Le notizie di stampa riguardanti un inqualificabile episodio di intollerante razzismo all’indirizzo di un mediatore culturale, che si sarebbe verificato presso il Pronto Soccorso della nostra Azienda Ospedaliera, hanno provocato profondo sconcerto ed indignazione alla Direzione Generale, che, da subito, ha provveduto ad incaricare la Direzione Medica di Presidio di condurre un’indagine per accertare, nei termini precisi ed in tempi rapidi, i fatti denunciati, onde assumere tempestivamente gli eventuali e severi provvedimenti conseguenti.

Dalle risultanze dell’inchiesta, derivanti dall’ascolto degli operatori presenti, emergerebbe, comunque, una realtà dei fatti diametralmente opposta a quella rassegnata alla stampa.

All’inverso, la dipendente chiamata in causa ha concretamente dimostrato con una pregressa attività di volontariato in Africa una profonda sensibilità all’accoglienza di chi, a causa di guerre o di povertà, è costretto a lasciare i lidi natii.

In presenza di un’accusa tanto infamante, la dipendente in questione ha presentato denuncia a salvaguardia della propria onorabilità.

La difesa intransigente dell’umana dignità e la condanna di ogni intolleranza non può e non deve condurre all’opposto a punizioni sommarie sulla base di calunnie non suffragate da prove tangibili.