Tutta la Giunta Comunale di Benevento è diventata berlusconiana, senza se e senza ma

- Politica Istituzioni IlVaglio.it
Clemente Mastella e Rossella Del Prete
Clemente Mastella e Rossella Del Prete

Probabilmente verrà presentata dal sindaco Mastella come un 'tecnico', ma è innegabile che dietro tale anonima definizione in salsa beneventana non può non nascondersi un'adesione di massima a un progetto (leggi l'articolo del Vaglio, del 23 luglio 2017, il giorno dopo l'ingresso di Del Prete in Giunta).
*
Critico anche con Rossella Del Prete Pasquale Viespoli: “Dicano chiaramente che vogliono fare gli assessori, senza farneticare di adesioni al partito della città” (Ottopagine, 28 luglio 2017).
*
“Mai avrei pensato di condividere campagne elettorali con Forza Italia”. E però la Del Prete è in pista e ora balla: “In ragione della grande ammirazione che ho per Sandra Lonardo (da sempre)” (l'assessora Del Prete intercettata dal Sannio Quotidiano al teatro Massimo, 11 febbraio 2018). Mirabilie! La Del Prete anche quando era nella direzione provinciale del PD incessantemente ammirava Sandro Lonardo Mastella.
*
Citazioni a parte, evaporano del tutto, col passare del tempo e con il crescere dell'ebbrezza data dal posto di potere, tutti i motivi “tecnici” che hanno guidato le mosse del sindaco Mastella nel risolvere il puzzle della sua Giunta. La foglia di fico delle docenti universitarie (anche l'assessora Serluca è stata felicemente immortalata alla convention di presentazione a Benevento dei candidati di Forza Itala alle elezioni politiche) è caduta, con rumore.

Già non reggeva inizialmente e la pratica ha dimostrato in poco tempo come non reggesse la giustificazione della terzietà in virtù della competenza: lo prova l'estromissione di Mazzoni, i cui rapporti con le istituzioni europee (delega che le venne assegnata dal sindaco a giugno 2016) ne facevano a suo modo (esperienza quinquennale a Bruxelles) un “tecnico”. Anche per questo infatti Mastella l'ha allontanata...

La Giunta comunale di Benevento, dunque, è tutta politica - oggi ufficialmente berlusconiana - ed è stata modellata, nel (de)crescendo fino ai giorni nostri, secondo un disegno che solo qualche elettore credulone o ingenuo, delle Comunali dell'ormai lontano maggio/giugno 2016, avrà difficoltà a individuare. I più non si sentiranno turlupinati, bensì più garantiti. O al massimo se ne usciranno con un serafico mai avrei pensato di condividere campagne elettorali con Forza Italia...