Il Benevento resiste e bene un tempo a Roma poi cede di schianto: 5-2

- Sport IlVaglio.it
Guilherme Costa Marques
Guilherme Costa Marques

Il Benevento rimedia un'altra sonora sconfitta in quel di Roma contro i capitolini giallorossi, 5-2 il risultato finale. Gara decisa nella ripresa, con la Roma che in 16 minuti ha segnato 3 gol di fila, tra il 59' e il 75' prima che i sanniti riducessero lo svantaggio al 76'. Quinta rete su rigore.

Sono stati proprio i sanniti ad andare in vantaggio al 7' al termine di una bella azione manovrata e conclusa in rete da Guilherme con propria serpentina tra gli statici difensori romanisti. Gol meritato perché, come domenica scorsa contro il Napoli, i sanniti sono partiti decisamente meglio degli avversari. La Roma ha faticato a ottenere il pareggio, per la buona fase difensiva dei beneventani e una bella parata di Puggioni.

Il pareggio è arrivato sugli sviluppi di un calcio di punizione, quasi una fotocopia dei due gol incassati dal Benevento a Bologna: stavolta cross di Kolarov e colpo di testa in rete di Fazio. I giallorossi laziali hanno preso in mano il bandolo del gioco ma senza pungere più di tanto: al riposo è ancora 1-1, che ha rispecchiato quanto visto in campo.

Il gol del 2-1 è arrivato con la difesa del Benevento infilata da una percussione del turco Cengiz Under che ha crossato per Djeko: non pressato ha appoggiato di testa in rete. Qui è finita la gara dei giallorossi campani che si sono disuniti. La fase difensiva svolta bene fino ad allora è saltata nel tentativo di pareggiare, da qui i gol di Cengiz Under al 59', dopo un'azione di Dzeko e Perotti.

Ancora il turco in rete al 75' su assist di Gerson. Dopo solo un minuto la rete di Brignola del 4-2 sugli sviluppi di un azione congeniata da Guilherme e Lombardi. Quindi, al 92' il rigore concesso ai romanisti per un fallo di mano di Djmsiti, e realizzato da Defrel per il finale 5-2.

Un goleada che speriamo non abbassi ulteriormente il morale dei beneventani desolatamente ultimi con soli 7 punti, a 14 dal quartultimo posto occupato dal Crotone che sarà di scena domenica al 'Ciro Vigorito'. Non poco di buono hanno mostrato nel primo tempo, all'altezza di una Roma, sicuramente, non apparsa una squadra irresistibile. Da sottolineare il migliorato possesso palla e la capacità di uscire da dietro palla al piede. Brignola e Guilherme i migliori tra i sanniti e non solo per il gol realizzati, con D'Alessandro, almeno fino a quando l'esterno è rimasto in campo. Ha esordito Sagna, apparso lontano dalla sua migliore condizione.

ROMA - lisson, Florenzi, Manolas, Fazio, Kolarov, Strootman, Da Silva, Cengiz Under (82’ De Rossi), Perotti (89’ Schick), El Shaarawy (55’ Defrel), Dzeko. A disposizione: Lobont, Skorupski, Jesus, Capradossi, Bouah, Riccardi, Marcucci. Allenatore Di Francesco.

BENEVENTO - Puggioni, Letizia (73’ Sagna), Djimsiti, Costa, Venuti, Viola, Sandro, Djuricic (78’ Del Pinto), Guilherme, Brignola, D’Alessandro (60’ Lombardi). A disposizione: Brignoli, Coda, Tosca, Gyamfi, Memushaj, Diabate, Parigini, Billong, Iemmello. Allenatore De Zerbi.

Arbitro - Manganiello di Pinerolo.