Note di Mortaruolo su viabilità nelSannio e la legge sull'editoria

- Politica Istituzioni IlVaglio.it

Scrive l'ufficio stampa di Mortaruolo: Trasporti e viabilità, Mortaruolo: “Per la Telesina e la Fortorina 600 milioni di euro” “Ammonta a circa 600 milioni di euro l'importo complessivo degli interventi che la Regione Campania con Anas ha finanziato per due importanti arterie del Sannio: la Statale 372 Telesina e la Statale 112 Fortorina”. Ad annunciarlo è il Consigliere regionale e componente della Commissione Trasporti della Campania, on.le Erasmo Mortaruolo. “I fondi relativi al Sannio, e dunque alla Telesina e alla Fortorina – rileva Mortaruolo – fanno parte di quel miliardo e trecento milioni di euro tra finanziamenti della Regione Campania e dell’Anas per dare un'accelerazione nella risoluzione delle criticità relative alla viabilità su tutto il territorio campano.

Nel dettaglio il finanziamento relativo alla Statale 372 Telesina per l'adeguamento a quattro corsie del primo lotto dallo svincolo di San Salvatore Telesino e Benevento è pari a 460 milioni di euro ripartiti tra i 224 milioni della Regione Campania e i 246 milioni di Anas. Per la Statale 112 Fortorina, interessata dai lavori di completamento alla statale dallo svincolo di San Marco dei Cavoti a San Bartolomeo in Galdo, l'importo complessivo del finanziamento è di 120 milioni di euro ripartiti tra i 66 milioni della Regione Campania e i 54 milioni di Anas.

Anche per la viabilità regionale è stato compiuto dalla Regione Campania un grande sforzo per una efficace strategia di intervento che si sviluppa attraverso un potenziamento dei collegamenti anche ai principali attrattori turistici regionali. Una qualificata cabina di regia che chiama in causa la Regione Campania dal Presidente Vincenzo De Luca, alla Giunta, alla Commissione Trasporti con il presidente Luca Cascone; Anas Spa e il Ministero per le Infrastrutture e i Trasporti con il sottosegretario Umberto Del Basso De Caro”.
***
“Dopo 18 anni la Regione Campania è intervenuta su una realtà importante come quella dell'editoria approvando in Consiglio la legge in materia di informazione e comunicazione istituzionale e di sostegno all'editoria locale”. Così il Consigliere regionale e Vicepresidente della Commissione Agricoltura della Campania, on.le Erasmo Mortaruolo.

“Abbiamo scelto di sostenere – evidenzia Mortaruolo – con convinzione e senso di responsabilità, un settore vitale per la democrazia del nostro Paese attraverso lo stanziamento di 2,5 milioni di euro per il biennio 2018-2020. Aiutare a sostenere la crescita dell'editoria significa garantire un equo compenso agli operatori dell'informazione, salvaguardare l'occupazione e tutelare il lavoro di numerosi giovani. È una legge che si qualifica come una necessaria battaglia di civiltà”.

Il disegno di legge regionale prevede azioni ed interventi volti a sostenere l’informazione e la comunicazione istituzionale attraverso la disciplina dell’organizzazione delle relative strutture previste dalla Legge 150/2000, ovvero Portavoce, Ufficio Stampa ed Urp, il Programma annuale delle attività di informazione e comunicazione, e il pluralismo informativo locale al fine di scongiurare l’impoverimento del panorama dell’informazione locale e la standardizzazione dei contenuti, sostenere l’innovazione organizzativa e tecnologica, salvaguardare i livelli occupazionali, contrastare la precarizzazione del lavoro giornalistico tutelandone la qualità e la professionalità, sostenere l’avvio di imprese di giovani giornalisti create da liberi professionisti in forma singola e associata e start up, secondo criteri di pari opportunità, qualità dell’informazione e inserimento di giovani nel mondo del lavoro.

A tal fine, il disegno di legge istituisce il Fondo regionale per il pluralismo informativo e l’innovazione dell’informazione locale prevedendo misure di sostegno per l’editoria radiotelevisiva locale e per la stampa quotidiana e periodica locale finalizzate, tra l’altro, all’innovazione tecnologica, alla conversione delle strumentazioni per la produzione di contenuti web, alla modernizzazione del sistema regionale di produzione dell’informazione locale, agli abbonamenti alle agenzie di stampa locali con sede in Regione Campania, alla produzione e trasmissione di notiziari radio televisivi su base locale.