L'ANPI sannita esprime "preoccupazione per i rigurgiti fascisti e razzisti"

- Politica Istituzioni IlVaglio.it
Teresa Simeone (ANPI)
Teresa Simeone (ANPI)

L'ANPI Provinciale di Benevento esprime "preoccupazione per i rigurgiti fascisti e razzisti che stanno emergendo e che trovano espressione in movimenti di estrema destra presenti nelle competizioni elettorali del prossimo 4 marzo. Come già chiesto nell’appello 'Mai più fascismi', nel richiamare alle proprie responsabilità tutti i livelli delle Istituzioni affinché si attui pienamente la XII Disposizione della Costituzione ('E` vietata la riorganizzazione, sotto qualsiasi forma, del disciolto partito fascista') e si applichino integralmente le leggi Scelba e Mancino, ribadisce l’invito alle autorità competenti a sciogliere le organizzazioni neofasciste o neonaziste che mettono a rischio la tenuta democratica dello stato".

L’ANPI provinciale "è, comunque, fiduciosa che la società civile beneventana saprà rispondere con senso di responsabilità e fedeltà ai valori antifascisti, prendendo le distanze da tutte quelle formazioni che si pongono in aperto contrasto con i principi sanciti dalla Costituzione repubblicana, nata dalla Resistenza. Nel nostro Paese, già in passato, la debolezza dello Stato rese possibile un'avventura che portò autoritarismo, guerra e distruzioni con l’ignominia, mai cancellata, delle leggi razziali, di cui quest’anno cade l’ottantesimo anniversario. Benevento reagisca pacificamente, con civiltà ma fermezza e convinzione antifascista alla presenza di forze chiaramente negatrici dei valori di solidarietà, di libertà e di democrazia e si unisca idealmente nella comune difesa dei principi costituzionali e nella custodia dei diritti fondamentali dell’essere umano e del cittadino".