Calcio in lutto, muore il capitano della Fiorentina Astori. Il pallone smette di rotolare: stop alle gare. Proprio i viola saranno i prossimi avversari del Benevento

- Sport IlVaglio.it

Lutto per l'intero mondo del calcio e dello sport nazionale per una notizia diffusa nella mattinata di domenica 4 marzo da un comunicato apparso sul sito ufficiale della società viola (ore 11.49): “La Fiorentina profondamente sconvolta si trova costretta a comunicare che e’ scomparso il suo capitano Davide Astori, colto da malore. Per la terribile e delicata situazione, e soprattutto per rispetto della sua famiglia si fa appello alla sensibilità degli addetti ai lavori”. Ed il pallone ha smesso di rotolare, tutto. Poche righe, ufficiali, dal sito della Lega Calcio di serie A lo hanno confermato: “Il Commissario Straordinario della Lega Serie A Giovanni Malagò, vista la tragedia che ha colpito il mondo del calcio con l'improvvisa scomparsa del capitano della Fiorentina Davide Astori, ha deciso di rinviare a data da destinarsi le partite in programma per la 27ª giornata di Serie A TIM” (la stessa cosa è accaduta con la serie B). Tra esse, ovviamente, la delicata sfida in chiave salvezza fra l'Hellas Verona ed il Benevento, in programma alle ore 15 allo stadio in contrada Santa Colomba.

La società giallorossa, a sua volta, ha espresso vicinanza pure attraverso una nota: “Il presidente Oreste Vigorito, la dirigenza, lo staff tecnico, la squadra e i collaboratori tutti del Benevento Calcio si uniscono con profonda commozione al dolore della famiglia Astori e dell’ACF Fiorentina per la prematura e tragica scomparsa del capitano Davide Astori”. In proposito, il caso sotto forma del calendario del campionato propone proprio la sfida fra i viola ed i giallorossi nel prossimo turno di campionato, il ventottesimo, domenica 11 marzo allo stadio “Franchi” del capoluogo toscano, alle ore 12.30, in un prevedibile clima di mestizia e commozione al tempo stesso.

Quanto al recupero delle gare saltate per la triste circostanza, in Lega è in programma una riunione dei rappresentanti delle società già lunedì 5 marzo per studiare le possibili finestre di un calendario peratro abbastanza fitto e povero di 'buchi'.

Storicamente, la prima volta in cui si decise di sospendere i campionati per lutto risale 'solo' al 14 aprile 2012, quando, durante l'incontro di serie B fra Pescara e Livorno (31' del primo tempo), un attacco cardiaco stroncò, sul campo abruzzese, il centrocampista toscano Piermario Morosini.

***

Anche il sindaco della città di Benevento, Clemente Mastella, ha espresso in una nota il suo cordoglio: "Vicinanza alla società, ai miei amici, i fratelli Della Valle, ai tifosi fiorentini e alla famiglia del giovane Davide Astori. Un pensiero particolare va alla sua bambina. È triste e malinconico morire così. Opportuna la decisione di ricordarlo con la sospensione odierna delle partite di serie A".