Benevento e il colore del parcheggiatore. Le note monocromatiche dei tutori della legge e quella che da giorni non arriva

- Cronaca IlVaglio.it
La Questura di Benevento
La Questura di Benevento

La sinergia fra Polizia di Stato e Polizia municipale di Benevento ha scodellato una nota stampa del 9 marzo con la quale l'opinione pubblica veniva informata del fatto che gli 'intensificati' controlli (che presuppongono quindi precedenti controlli più superficiali) per contrastare il fenomeno dei parcheggiatori abusivi si era risolto nel fermo, presso piazza Risorgimento, di un 31enne. Nigeriano.

La brillante operazione segue di qualche giorno, magari del tutto casualmente (…), l'esternazione celodurista post-elettorale del sindaco di Benevento Clemente Mastella: Non tollereremo più che dinanzi ad ogni esercizio commerciale della nostra città ci sia uno di colore che insistentemente ti chiede di dargli dei soldi o che ricatta le signore che parcheggiano l'auto lungo le nostre vie” (clicca per leggere l'articolo del Vaglio.it).

Il cerchio (il cappio) insomma si stringe intorno al fenomeno dell'abusivismo, fastidioso e criminoso. Con una concretezza spietata.

Fa riflettere, però, la singolarità dei poliziotti locali e dei vigili urbani che, pare, si muovano con costanza in questo ambiente dei parcheggiatori abusivi, se colorato solo di nero. Sebbene – al contrario - i cittadini beneventani ogni mattina (e pure la sera, quando tutti i gatti sono grigi...), notino che questo tipo di richiesta illegale di denaro, dopo aver sostato con l'auto, sia avanzata da persone piuttosto scolorite, fuor di metafor, con il colore della pelle bianco. Attendiamo, fiduciosi, ulteriori note stampa dal questore Giuseppe Bellassai in materia, ad ampio spettro cromatico...
PS - Intanto resta sempre forte l'attesa che dalla Questura (o dalla Procura, fa lo stesso) si faccia sapere finalmente ai beneventani se l'aggressione di più persone al Rione Libertà ai danni di un ragazzo 'di colore' del Gambia, colpito alla testa e costretto al ricoverno in ospedale, avvenuta ormai 12 giorni fa, sia stata determinata da motivazioni razziste o meno.