Provincia sconfitta, reintegrati gli 8 lavoratori licenziati

- Economia Lavoro IlVaglio.it

Scrive la Cgil di Benevento: La FP CGIL e la Camera del Lavoro di Benevento esprimono grande soddisfazione per l’approvazione, intervenuta ieri, da parte della Provincia di Benevento (socio unico della Sannio Europa) degli schemi di transazione volti alla reintegra degli 8 lavoratori licenziati dalla partecipata provinciale nella primavera del 2016. Il sindacato annuncia che la sottoscrizione definitiva da parte dei lavoratori avverrà nei prossimi giorni in modo da garantire il loro rientro al lavoro già a partire dal 9 aprile 2018, ponendo fine, così, ad un braccio di ferro giudiziario durato 2 anni, che ha visto da una parte i lavoratori, iscritti alla FP-CGIL di Benevento ed assistiti in giudizio dall’Avv. Pasquale Biondi, e dall’altra i vertici di Sannio Europa e della Rocca dei Rettori.

Ricordiamo che i lavoratori erano stati licenziati in conseguenza del fallimento dell’Art Sannio, intervenuto nel marzo del 2016, ed il loro posto di lavoro è stato occupato dai dipendenti dell’altra società partecipata provinciale Sannio Europa, subentrata nella gestione della rete museale.

Nell’autunno dello scorso anno, poi, la svolta. Con quattro diverse sentenze, tutti i Giudici del Lavoro del Tribunale di Benevento, le Dott.sse Campidoglio, Cassinari, Mari e Chiariotti, hanno dichiarato la nullità e l’illegittimità dei licenziamenti intimati ai lavoratori ordinando il loro reintegro nel posto di lavoro.

Ne è seguita un’azione esecutiva da parte dei lavoratori che ha portato al blocco di tutti i fondi della tesoreria della Sannio Europa, mettendo a rischio la stessa operatività della società.

La segretaria provinciale della FP-CGIL Giannaserena Franzé ha dichiarato “Sono particolarmente soddisfatta del risultato e ringrazio l’Avv. Pasquale Biondi per il lavoro svolto. L’accordo non solo permetterà, nell'immediato, lo sblocco dei conti della società ma, in prospettiva, e con il fattivo contributo del sindacato, un vero e proprio rilancio dell'azienda, con l’attribuzione di nuove commesse in grado di garantirne la funzionalità e la solidità economica negli anni a venire".