Con TriApology “Appia in Jazz_Riverberi” conclude il suo primo weekend di programmazione

- Cultura Spettacolo IlVaglio.it

Domenica 20 maggio terzo appuntamento con “Appia in Jazz_Riverberi” che conclude così questo suo primo weekend di programmazione: il festival itinerante per i più suggestivi borghi del Sannio ideato e diretto da Luca Aquino farà tappa a San Martino Sannita, con sosta presso la favolosa zona panoramica Colle dell’Angelo. Sarà di scena TriApology, un terzetto composto dal sassofonista Vincenzo Saetta, dal chitarrista Michele Penta e dal batterista Ernesto Bolognini, in “Rockinnerage” che offrirà un repertorio di matrice rock rivisitato, con un approccio jazz, tra suoni acustici ed elementi elettronici. Ricordiamo che tutti gli spettacoli sono ad ingresso gratuito.

***

TRIAPOLOGY - Domenica 20 maggio ore 21.00 Zona Panoramica, Colle dell’Angelo SAN MARTINO SANNITA

Vincenzo Saetta inizia a studiare il sax all’età di 15 anni dopo aver sentito il folgorante suono di Maceo Parker. Appassionatosi al jazz ed in particolare all’ascolto di Charlie Parker e John Coltrane, si iscrive al Conservatorio di Benevento studiando con il maestro Antonio Balsamo dove poi si diplomerà con il maestro Corsi. Nel 1993 partecipa ai seminari di Umbria jazz e vince una borsa di studio per il Berklee College of Music di Boston. Nel 1994, a 20 anni, si esibisce in diversi locali a New York incidendo il primo disco come solista con una band di jazz-hip-pop di New York. Prendono il via le prime esperienze professionali: Paolo Fresu e Furio Di Castri, Paul Jaffrey, Giampaolo Casati, Pietro Condorelli, Jed Levy, Mario Raja, Alfonso Deidda, Sandro Deidda. Nel 2008-09 vince tre concorsi nazionali ed internazionali: il “Waltex Jazz Competition”, il Premio Nazionale delle arti, sezione“Jazz”, il Concorso Barga Jazz 2009. Nel biennio 2009/10 frequenta il master di perfezionamento jazzistico “Siena International jazz master”, vincendo una borsa di studio ed esibendosi in concerti con docenti italiani e americani del calibro di J. Snidero, B.Watson, T.Berne, J.Ballard , G.Trovesi, B.Hart, P.Danielson, S.Khun, D.Perez. Collabora, come sassofonista solista, alla realizzazione di ben 10 dischi: “Pictures”e “Waiting” di Leonardo De Lorenzo; ”Suoni italiani” di Marco De Tilla, “What`s new” e “For a walk inside” di Sergio Di Natale , “Sopra le nuvole” di Luca Aquino, “Soul Poetry” di Alberto Giraldi, “Kimika” di Alessandro Tedesco”, “Lite blue” con il Bluetime 5et e “Grido dal basso” di Daniele Sorrentino. Nel 2012 pubblica il suo primo album “Ubik”. Con il pianista Antonello Rapuano nel 2014 pubblica “The Dragon and the Carousel”. Rockinnerage con il terzetto Triapology è il suo ultimo lavoro, edito nel 2017.

***

“Rockinnerage” è il disco di “TriApology”, formato da Vincenzo Saetta, dal chitarrista Michele Penta e dal batterista Ernesto Bolognini. Il cd è prodotto dalla “Tùk Music”, l’etichetta di proprietà del celebre trombettista sardo Paolo Fresu. Il trio nasce dall’esigenza di sperimentare un sound ibrido avvalendosi dell’elettronica come baricentro sonoro, mantenendo il sound di origine acustica senza basso, l’assenza del quale offre l’occasione per inserire meglio elementi elettronici. Il disco propone un repertorio di matrice rock ma con un approccio jazzistico, dove gli arrangiamenti creano in una fusione di tradizione, elettronica e melodie note, un amalgama innovativo e un sound contemporaneo, che parte dal passato per fondersi con il suono “elettrico” della nostra era. Sono spontaneità e digressione a portarci dentro la loro dimensione musicale: il sax alto con gli effetti digitali di Saetta, la chitarra elettrica e la “loopstation” di Penta, la batteria di Bolognini si miscelano alla perfezione con richiami alla scuola scandinava in un’alchimia che al jazz ruba suoni ed attitudine, al rock una matrice ruvida ma chiara e che trasuda sintonia e positività.