Sassinoro, la New Vision: Nessuna modifica alla pronuncia cautelare del Tar

- Politica Istituzioni IlVaglio.it

A proposito delle recenti novità sull'impianto di compostaggio (leggi), la New Vision - attraverso una nota diffusa alla stampa - ha inteso "fare chiarezza e fornire a tutti gli operatori dell’informazione elementi utili alla diffusione di notizie complete e puntuali.

Il Consiglio di Stato non ha sospeso l’autorizzazione unica alla realizzazione e gestione dell’impianto di compostaggio nel Comune di Sassinoro, il cui cronoprogramma di attuazione e messa in esercizio proseguirà come previsto, secondo rigorosi criteri di piena tutela dell’ambiente, del territorio e degli abitanti. Lo documenta in modo inequivoco l’ordinanza del Consiglio di Stato n. 2591 dell'8 giugno 2018 che si limita ad integrare il rigetto, in primo grado, della sospensiva chiesta dal Comune di Sassinoro con il sollecito al TAR Campania - Napoli alla fissazione dell’udienza di merito ex art. 55, comma 10 c.p.a. Di fatto, il Consiglio di Stato ha semplicemente sollecitato il TAR alla decisione nel merito con priorità ma non ne ha modificato la pronuncia cautelare nella parte in cui ha già bocciato il ricorso con istanza di sospensiva presentato dal Comune di Sassinoro. Pertanto, devono smentirsi le notizie di contenuto opposto apparse sugli organi di informazione nell’immediatezza della pronuncia del Consiglio di Stato.

Tali notizie, oggettivamente smentite dalla pubblica pronuncia del Consiglio di Stato, recano un ingiusto pregiudizio al diritto all’informazione dei cittadini e al diritto all’impresa della New Vision srl che intende predisporre iniziative utili a far conoscere alla popolazione le reali caratteristiche del proprio impianto e rassicurarla, con dati tecnico-scientifici, dell’inesistenza delle implicazioni ambientali e territoriali da più parti infondatamente ventilate".