La potenza della Costituzione italiana: la mostra alla Biblioteca provinciale, un percorso espositivo fra la semplicità e l'equilibrio delle parole

- Politica Istituzioni di Vittorio Zollo

Fino al 15 Giugno è visitabile la Mostra “La Costituzione della Repubblica Italiana 1948 - 2018” inaugurata lo scorso 5 Giugno presso la Biblioteca Provinciale “Antonio Mellusi” di Benevento e curata dalla Cooperativa Epsilon per conto della Provincia di Benevento. Curata da Alessandra Cavoto, Sarah Festa e Luigi Mauta, anche se in programma da inizio anno, è arrivata in un momento evidentemente importante per la nostra storia politica. Allestita in maniera sobria ed essenziale, proprio come la nostra Costituzione, il percorso espositivo si articola in pannelli visivi sui quali è possibile leggere i 12 principi fondamentali, ovvero gli articoli dall’1° al 12°, e nel dettaglio, quelli che riguardano i diritti ed i doveri dei cittadini italiani.

Un pannello omaggia e onora le donne della Costituente, molte delle quali dimenticate; ciò che stimola soprattutto la riflessione, nelle sale della Biblioteca, sono i commenti di Piero Calamandrei agli articoli della Costituzione. Ad esempio si legge: La Costituzione non è una macchina che una volta messa in moto va avanti da sé. La Costituzione è un pezzo di carta, la lascio cadere e non si muove: perché si muova bisogna ogni giorno rimetterci dentro il combustibile; bisogna metterci dentro l’impegno, lo spirito, la volontà di mantenere queste promesse, la propria responsabilità. Per questo una delle offese che si fanno alla Costituzione è l’indifferenza alla politica. È un po’ una malattia dei giovani l’indifferentismo: 'La politica è una brutta cosa. Che me n’importa della politica? ' ”.

La potenza intrinseca della Costituzione ha consentito anche la semplicità delle parole poste a corredo nell'allestimento e la scelta espositiva minimale.

All’interno del percorso si trovano anche dei Libri che fanno parte del Patrimonio Moderno della Biblioteca Mellusi, come ad esempio le due pagine sui risultati, nelle province del Sannio, del Referendum del 2 Giugno 1946 (su Monarchia o Repubblica).

Da rimarcare, infine, anche una Sezione Ragazzi e un video che propone un discorso di Calamandrei con dei brani estrapolati da un programma televisivo sulla Costituzione Italiana con la partecipazione di Neri Marcorè.