Mastella s'è preso Forza Italia nel Sannio: ora è formalizzato. Messi da parte De Girolamo ed Errico

- Politica Istituzioni IlVaglio.it
Fernando Errico e Nunzia De Girolamo
Fernando Errico e Nunzia De Girolamo

Poche righe di una nota cancellano un lungo periodo politico nel Sannio e a Benevento. Periodo essenzialmente riconducibile a un nome, per dirla tutta. Accade con i nuovi incarichi comunicati dal senatore Domenico De Siano che - nonostante gli anatemi di qualche mese fa... - è ancora Coordinatore di Forza Italia della Campania, ruolo dal quale ha provveduto a nominare Domenico Mauro commissario, Vincenzo Russi presidente e Leonardo Ciccopiedi responsabile dell’organizzazione del Coordinamento Provinciale di Forza Italia di Benevento. In breve: il partito azzurro locale è stato rivoltato come un calzino, mettendo da parte la storia più o meno recente fondata sull'asse Nunzia De Girolamo-Fernando Errico.

Dei 'vecchi' equilibri resiste solo l'avvocato di Paolisi, per il quale quando, l'11 giugno 2016, divenne Coordinatore provinciale vicario con firma congiunta di Forza Italia Benevento, spese significative parole Mino Izzo: “La nomina – ebbe a dire l'ex senatore airolano - premia il forte impegno profuso da anni sul territorio da Domenico Mauro teso ad affermare i valori di Forza Italia e ad amalgamare le varie anime del Partito” .

Vincenzo Russi, invece, tornato alla politica attiva dalla parte di Clemente Mastella in occasione del rinnovo di palazzo Mosti a metà 2016 e dopo essere stato assessore per qualche mese, s'è ritrovato - nella transumanza dall'esperienza civica a quella nuovamente partitica del suo leader di riferimento – dapprima (30 gennaio 2018) coordinatore della campagna elettorale di Sandra Lonardo, candidata al Senato con Forza Italia, poi (6 giugno) responsabile di Forza Italia delle elezioni amministrative per la provincia di Benevento, sorta di succoso antipasto alle successive decisioni di De Siano, che gli ha cucito addosso un ruolo mai codificato in precedenza.

Infine, l'imprenditore beneventano Leonardo Ciccopiedi è 'comparso' alle cronache locali a gennaio 2018, nelle vesti di cosiddetto “outsider”, possibile candidato cioè del centrodestra nel collegio uninominale sannita, dove invece finì Errico. Mesi e polemiche dopo, ecco un rapporto di forza del tutto ribaltato.

La nuova classe politica di Forza Italia ratifica, nei fatti cioè con le nomine, quanto già era possibile 'intuire' a febbraio 2018 (leggi: http://ilvaglio.it/article/6786/mastella-arriva-in-forza-italia-per-prenderne-la-leadesship-la-speranza-salvifica-in-berlu.html) e spazza via stavolta definitivamente il castello di accuse e rivendicazioni eretto da Nunzia De Girolamo sin dalla famosa/famigerata notte dei lunghi coltelli elettorali (30 gennaio 2018) che la vide retrocessa al 'numero due' del listino da una 'manina' gelida per emozione o eventuale riconoscenza, e sbottare in tv su La7 riferendosi a De Siano: “Non è degno di rappresentare il territorio campano, deve essere rimosso perché la politica deve dare il buon esempio”. Il tempo ha detto altro. E il percorso del partito da Nunzia a Clemente circoscrive comunque lustri politici sanniti personificati, privi cioè di significativi risultati se non in termini individuali. Caratteristica, questa, tanto del punto di partenza (la giovane folgorata sulla via di Arcore dal carisma del leader) quanto dell'attuale punto d'arrivo (la famiglia candidata).

Si ringrazia TV7 per la foto