Anche Benevento in maglietta rossa per fermare la recente emorragia di umanità in Italia - Fotogallery

- Solidarietà IlVaglio.it

La pioggia insistita non ha fermato “in co’ del ponte presso a Benevento…” la manifestazione solidale verso i migranti tenutasi oggi pomeriggio. “Una maglietta rossa per fermare l’emorragia di umanità”: così era stato sintetizzato l'appello degli organizzatori l’associazione Libera, l’Anpi, l’ Arci e Legambiente. I partecipanti erano stati invitati a farlo indossando una maglietta rossa. E almeno 300 persone si sono raccolte nei pressi dei semafori del Ponte Calore. Luogo simbolico, perché in questi posti in genere i migranti si avvicinano agli automobilisti per chiedere la carità. (Vai alla Fotogallery). Il rosso poi stava a simboleggiare il colore delle magliette che le mamme fanno indossare ai figli, spesso bambini piccoli, che cercano di sbarcare in Europa, caricandoli a bordo di barconi o gommoni, nella speranza che, eventualmente caduti in mare, siano più facilmente individuabili dai soccorritori.

I manifestanti dapprima si sono riuniti all’inizio di Via Posillipo, incrocio con Corso Vittorio Emanuele. Quindi hanno percorso i marciapiedi del ponte su ambo i lati. A vigilare sulla manifestazione personale della Polizia Municipale e della Polizia di Stato.
Gli intervenuti hanno parlato e socializzato tra loro, costetti com'erano a star più vicini del solito, dalla pioggia battente: uno striscione è stato esposto. Quindi brevi discorsi al megafono di esponenti di associazioni (non solo quelle organizzatrici) e centri sociali e poi canzoni intonate dai più giovani con accompagnamento di una chitarra. L’evento è durato per poco più di un’ora, tra la curiosità dei passanti e degli automobilisti che notavano le tante persone vestite di rosso sui marciapiedi mai così affollati, il traffico comunque non ha subito rallentamenti significativi.

L’area del Ponte Calore non è certamente il più indicato luogo per gli assembramenti e le manifestazioni, sicuramente è stato il frutto di una scelta spontanea e forse un po’ troppo estemporanea, ma la convinzione dei manifestanti da ciò non ha subito influenza. Verso la fine della manifestazione, poi, la pioggia ha cessato di battere, prendendo atto a sua volta che anche a Benevento un’Italia solidale e antirazzista c’è.