La cattiva sorte del tasso: riverso senza vita su un marciapiede cittadino

- Cronaca IlVaglio.it

Le ironie potrebbero sprecarsi, ma quel corpo che nel primo mattino pare adagiato, come in cerca di riposo dopo una estenuante corsa, è quello di un tasso, animale essenzialmente notturno in cui ci si imbatte piuttosto di rado, almeno lungo i marciapiedi cittadini (zona Pacevecchia). Gli deve essere stato fatale, questa volta (perché purtroppo si ragiona di un corpo ormai senza vita), lasciare il sonno ristoratore della sua tana, ed imbattersi in qualche possibile nemico della natura (cani randagi) o della meccanica (automobili). O chissà che altro. Se ci si incuriosisce nel cercare, su un libro o navigando in rete, le caratteristiche dell'animale, se ne scoprono aspetti solo positivi, motivo che accresce l'amarezza dei tempi: nel senso che sono sempre i migliori quelli che se ne vanno via troppo giovani, pure fra gli animali (o erano gli uomini?).