Ordinanza dirigenziale del Comune cittadino: transito vietato ai mezzi pesanti sul ponte del torrente San Nicola

- Politica Istituzioni IlVaglio.it

"Facendo seguito all’evento tragico verificatosi alla vigilia del Ferragosto, riguardante il crollo improvviso del Ponte cosiddetto 'Morandi' a Genova, ritengo urgente ed improcrastinabile procedere ad una verifica approfondita concernente la sicurezza della staticità dei ponti stradali sia compulsando le autorità proprietarie competenti sia, per quanto concerne quelli di esclusiva competenza comunale, con particolare riferimento al Ponte San Nicola, realizzato dallo stesso ing. Morandi nel 1955, avviando le attività di verifica tecnica tesa a rassicurare la cittadinanza ed a scongiurare qualsivoglia timore per la pubblica incolumità". Questa la premessa del primo cittadino di Benevento, Clemente Mastella, giunta alla sintesi final, "A soli fini precauzionali, per un periodo di 30 giorni e comunque nelle more dell’espletamento delle verifiche tecniche", del "voler valutare l’opportunità di adottare Ordinanza dirigenziale di inibizione ai mezzi pesanti di attraversamento del ponte e/o altra misura idonea ad evitare eccessive sollecitazioni sulla struttura se ritenute necessarie". Quanto puntualmente accaduto con l'Ordinanza (la n. 66 del 16 agosto), a firma del dirigente dell'Ufficio tecnico del traffico del comune, Andrea Lanzalone, con la quale viene istituito il divieto di transito ai veicoli - a pieno carico - con massa superiore a 3,5 tonnellate sul ponte del torrente San Nicola, in località Capodimonte, "fino a cessate esigenze".

Mastella aggiunge, inoltre, di aver "acquisito la disponibilità alla collaborazione scientifica necessaria da parte dell’Università degli Studi del Sannio in persona del Rettore o suo delegato e dell’ANAS in persona del Direttore Compartimentale o suo delegato".

***

Sull'argomento leggi anche questo articolo e il link in esso contenuto sul Vaglio.it.