“Portami al mare”, pubblicato il singolo d'esordio del sannita Cardo

- Cultura Spettacolo di Vittorio Zollo

L’artista sannita Cardo (Mirko Di Fonso all’anagrafe) ha pubblicato il suo primo singolo, “Portami al mare”, pochi giorni fa, sul finire della bella stagione. La canzone, registrata presso Deposito Zero Studios a Forlì ed autoprodotta, è una ballata malinconica che si inquadra perfettamente nella cornice dell’Indie-Pop italiano contemporaneo. Il nome “Cardo”, come detto da Mirko, “viene da una pianta molto resistente e spinosa, è anche uno dei principali simboli della Scozia. Ha un significato importante per me, ho iniziato lì a scrivere le mie canzoni. Volevo un nome che fosse collegato in qualche modo a quella esperienza, per questo ho scelto di chiamarmi Cardo.”

Ha sentito la necessità di un progetto da solista Mirko, sganciato da “I Botanici” (band di cui è il frontman); un percorso più intimo, più vicino al cantautorato, per cercare di dare ancora più forza alle sue parole. “Postami al mare” è un pezzo dalle forti influenze anni ’90, di matrice brit, fatto di melodie semplici e schiette che lo rendono “leggero” ed orecchiabile.

Sono cresciuto col game boy in tasca, le reebok ai piedi, il mito del calcio, le vecchie serie TV e i film cult. È un po’ un omaggio e un po’ un’ispirazione. Le due cose permeano l’una nell’altra” dichiara Mirko, ragazzo delicato nato proprio nel 1990, che in questa canzone fa emergere tutta la sua dolcezza. Un pezzo di fine estate, nostalgico al punto giusto, adatto a tutti coloro che hanno difficoltà a rientrare dalle vacanze e a ricominciare.

Cardo all’anagrafe Mirko Di Fonso è il primo di tre fratelli e viene dalla provincia di Benevento. Dopo alcune esperienze in ambito musicale, inizia a comporre musica e a scrivere i testi all’interno della band "I Botanici". Ad ottobre del 2017, durante un viaggio in Scozia, nascono le sue prime canzoni scritte con una chitarra e una vecchia tastiera Casio. Inizia così a sviluppare un proprio contenuto e una propria cifra stilistica che lo porteranno verso un cantautorato sognante e romantico, caratterizzato da una leggera malinconia. La Scozia, posto del cuore dove tutto è iniziato, gli suggerisce il nome Cardo. Le sue canzoni parlano di ciò che vive sulla propria pelle, di ciò che sente e accade dentro e fuori, canzoni per chi, come lui, si ritrova a vivere nell’incertezza di oggi e di domani.

***

Il video è visibile al seguente link: https://www.youtube.com/watch?v=obsX_cR5xzQ