Il Benevento espugna il campo del Venezia vincendo con merito: 2-3

- Sport IlVaglio.it
Filippo Bandinelli
Filippo Bandinelli

Un Benevento ben messo in campo ha vinto per 2-3 la sua seconda partita nella terza giornata del girone di andata del campionato di Serie B. Dopo una lunga parentesi dalla gara d’esordio disputata il 27 agosto, per il turno di riposo osservato nella seconda giornata e per la successiva sosta del torneo causa impegni delle nazionali, la squadra di Bucchi ha dimostrato una sostanziale superiorità, sia sul piano tecnico, sia su quello delle individualità. Ha ceduto solo qualcosa nel finale di gara proprio perché ancora priva del necessario allenamento.

Protagonista della vittoria Bandinelli autore dei primi due gol e dell’assist del terzo, marcato da Tello. Tra i sanniti da segnalare le prove positive di Coda nella funzione di perno centrale d’attacco che ha fatto risalire molto bene la squadra, di Letizia e Maggio sulla fasce che si sono scambiati spesso la palla, da un lato all’altro del campo (Maggio però è stato un po' meno preciso in difesa). Buona la prova difensiva di Volta e pure di Billong che ha sostituito egregiamente l’infortunato Costa. Puggioni è stato molto bravo a respingere le due punizioni di Bentivoglio e ha saputo bloccare il tiro di Martura nel recupero, ma in quest'ultimo episodio sono stati prevalenti i limiti dell’attaccante che si è divorato il gol del pareggio. Tra i veneti da segnalare le prove di Falzerano, Di Mariano e Bentivoglio. Nel primo tempo è stato nettamente superiore il Benevento, nella ripresa i veneti sono venuti fuori, ma soprattutto per l’ardore.
I gol
Tello al 26° lancia sulla destra Ricci che va sul fondo e crossa in area sulla sinistra per Bandinelli che con un piattone insacca sul lato opposto: 0-1.

Al 36° Ricci muove il pallone sui trenta metri, palla a Bandinelli che si avvicina all’area e scaraventa un missile che centra il palo alla destra di Lazzeri invano proteso in tuffo, il pallone corre verso l’altro palo ma comunque finisce in rete: 0-2.

Nella ripresa al 49° bella azione sulla sinistra del Venezia: palla a Garofano che crossa, Maggio va a vuoto, Pinato batte a rete, Puggioni miracolosamente riesce a respingere, ma nulla può sul tap-in di Geijo che segna: 1-2.

Passano solo 3 minuti e al 52° Coda protegge ancora bene il pallone e serve Bandinelli lanciato in percussione in area, cross al centro dove Tello, con grande precisione, insacca alla destra dell’estremo difensore veneziano: 1-3.

Al 67° Maggio in area da dietro stende Di Mariano lanciato a rete, calcio di rigore che Citro trasforma. Forti proteste dei veneti contro l’arbitro Aureliano che non ha estratto il secondo cartellino giallo verso il capitano del Benevento decretandone l’espulsione. Ci poteva stare, ma non è più automatica l’ammonizione in caso di calcio di rigore verso chi lo procura.

Nella squadra allenata da Vecchi sono subentrati Citro per Pinato, Martura per Modolo e Zigoni per Andjelkovic; in quella allenata da Bucchi De Pinto per Tello, Asencio per Coda e Bonaiuto per Improta.

Il tabellino

Venezia: Lezzeri, Modolo (75° Marsura), Andjelkovic (85°t Zigoni), Domizzi, Bruscagin, Bentivoglio, Pinato (57° Citro), Falzerano, Garofalo, Di Mariano, Geijo. A disposizione: Migliorelli, Coppolaro, Cernuto, Zampano, Segre, Suicu, Vrioni, Facchin, Vicario. Allenatore: Vecchi.

Benevento: Puggioni, Maggio, Volta, Billong, Letizia, Bandinelli, Viola, Tello (70° Del Pinto), Ricci, Coda (75° Asencio), Improta (85° Buonaiuto). A disposizione: Gyamfi, Antei, Sparandeo, Di Chiara, Goddard, Volpicelli, Isigne, Gori, Montipò. Allenatore: Bucchi.

Arbitro: Aureliano di Bologna