Sorpreso su un'auto rubata: denunciato. Non paga il rifornimento: arrestato

- Cronaca IlVaglio.it

Scrive il Comando dei carabinieri di Benevento: I Carabinieri della Compagnia cittadina su disposizione del Comando Provinciale di Benevento hanno eseguito mirati servizi di vigilanza su tutto il territorio volto a prevenire e reprimere fenomeni di criminalità predatoria. E’ stata prediletta la vigilanza delle grandi vie di circolazione con particolare attenzione per il centro cittadino ed i centri commerciali. Impiegati mediamente circa quindici pattuglie al giorno per un incessante attività di prevenzione a beneficio del territorio e della comunità tutta.

La sera del 18 Settembre i militari del Comando Stazione di San Giorgio del Sannio hanno denunciato per ricettazione un giovane pregiudicato di Benevento il quale veniva sorpreso, nel corso di un normale controllo alla circolazione stradale, a bordo di una nuova Fiat Panda. Nel corso degli accertamenti i militari appuravano che l’auto era, da qualche ora, provento di furto per cui oltre a deferire all’autorità giudiziaria il pregiudicato provvedevano a restituire l’auto al legittimo proprietario.

La sera del 19 Settembre i Carabinieri del Comando Stazione di Benevento hanno arrestato per furto e resistenza un pregiudicato nato in Ucraina nell’ottantaquattro residente a Paduli. Verso le 21:00 l'uomo, a bordo della propria autovettura, era andato a fare rifornimento carburante presso il distributore Metano Sud di Benevento in contrada Ponte Valentino. Dopo aver fatto benzina si allontanava senza pagare. Il gestore del distributore subito segnalava l’accaduto. Una pattuglia dell’Arma a distanza di breve tempo intercettava l’auto d’interesse sulla SS 90 bis all’altezza del carcere. La macchina tentava di dileguarsi con esito negativo perché veniva prontamente bloccata. L’uomo tentava ancora di fuggire a piedi ma veniva raggiunto, bloccato e dichiarato in arresto. Al termine delle formalità di rito l’arrestato su disposizione del magistrato di turno presso la Procura della Repubblica di Benevento, è stato tradotto in carcere.